News È morto Gary Arlington, fondatore della prima fumetteria

È morto Gary Arlington, fondatore della prima fumetteria

È da poche ore venuta a mancare a San Francisco una delle figure chiave dell’underground americano degli anni 60, Gary Arlington, colui che è considerato il fondatore del primo negozio di fumetti al mondo, il San Francisco Comic Book Company.
Arlington (nato nel 1938), fondò il negozio nel 1968, nel periodo in cui nasceva a San Francisco il movimento underground capitanato da Robert Crumb. Il suo negozio fu un punto di ritrovo per un’intera generazione di fumettisti e di aspiranti fumettisti, dai quali Arlington era considerato un vero e proprio mentore. Fu anche editore indipendente, pubblicando artisti come: Spain Rodriguez, Melinda Gebbie, Justin Green, S. Clay Wilson, solo per citarne alcuni.

Di lui dissero Art Spiegelman e Robert Crumb:

“San Francisco era la capitale della cultura fumettistica negli anni 60 e nei primi 70 e quel bugigattolo del negozio di Gary Arlington fu, per me, la capitale di San Francisco”. A. Spiegelman

“Gary dette un contributo culturale nella San Francisco alla fine degli anni 60 fino ai 70, 80 e 90, che fu assai più significativo di quanto lui stesso si sia reso conto, ne sono certo”. R. Crumb

deitch50_91
Un ritratto di Gary Arlington, firmato da Kim Deitch 

 

Seguici sui social

52,234FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,675FollowerSegui

Ultimi articoli

jagi fiore malvagio

Sunday Page: Walter Baiamonte su “Jagi – Il fiore malvagio”

Per la rubrica Sunday Page, questa settimana ospitiamo Walter Baiamonte, che discute una tavola da una storia a fumetti di Jagi - Il fiore malvagio.
liberatore frammenti caos

“Frammenti di caos”, tutti i fumetti brevi di Liberatore

Comicon Edizioni ha annunciato la pubblicazione di Frammenti di caos, un'antologia che raccoglie i fumetti brevi realizzati da Tanino Liberatore.
texone claudio villa

Bonelli ha annunciato il Texone di Claudio Villa

Sergio Bonelli Editore ha annunciato la pubblicazione del “Texone” disegnato da Claudio Villa, una storia che si aspettava da molti anni.