Il primo tweet dei fumettisti italiani

C’era una volta Twitter. Quel social network a cui tanti – fumettisti inclusi – si iscrissero, affidandovi contenuti (e tempo libero) dopo essersi già dedicati a Facebook, alcuni anni prima.

Dal lontano 2007 a oggi, infatti, sono ormai almeno un centinaio gli autori di fumetto che hanno scelto di essere presenti su Twitter. Chi con maggiore assiduità, chi con scarsa convinzione; chi per farne un canale di comunicazione e condivisione del proprio lavoro, chi invece uno spazio di espressione e relazione più informale o personale.

first tweet

Sebbene gran parte dei fumettisti italiani sia ancora assente da questo social network, quelli presenti sono tali e tanti da avere costituito in sette anni – insieme a editori, giornalisti e lettori – un ecosistema che si è affiancato stabilmente a quanto avviene già da circa un decennio su Facebook. E siccome il tempo corre, abbiamo pensato di andare a ritroso per vedere cosa accadde “all’inizio”: chi sono stati i primi autori italiani a twittare? E cosa hanno scritto? Il tutto in rigoroso ordine cronologico.

Grazie all’aiuto del tool discover.twitter.com – lanciato dal social network per festeggiare gli 8 anni appena compiuti – abbiamo scoperto, quindi, che tra i primi fumettisti nostrani a usarlo ci sono state Tweet-star (fumettologicamente parlando) come @maurobiani @rrobe o @makkox, da sempre fra gli autori più attenti all’uso dei social media. Che fra battute, messaggi di prova, notizie e refusi (ehm), hanno contribuito a costruire un’abitudine entrata a far parte, ormai, delle giornate dei tanti fumettòfili che popolano la rete. Come noi.

—————————————————————————————————————————–