Dietro le quinte de ‘I Combattenti’, di Mignacco e Raffaelli

E’ in edicola dal 13 marzo I Combattenti, il diciottesimo numero della collana “Storie” edita da Sergio Bonelli Editore. L’albo sceneggiato da Luigi Mignacco e disegnato da Paolo Raffaelli – che abbiamo recentemente intervistato – si inscrive nella tradizione bonelliana di riscrittura fumettistica di classici della letteratura o del cinema. In questo volume, il riferimento è prestigioso in entrambi i casi. La storia, infatti, è dichiaratamente ispirata a I Duellanti, celebre racconto lungo del 1908 di Joseph Conrad, descritto dall’autore come il “tentativo di cogliere lo spirito dell’era napoleonica”. Dal libro, com’è noto, Ridley Scott trarrà la sua opera d’esordio, l’omonimo film del 1977.

i_combattenti_bonelli_storie

La sceneggiatura di Migliacco sposta la vicenda a Londra, durante il secondo conflitto mondiale. Stavolta, i “duellanti” sono il soldato Madison, di umili estrazioni, e il capitano Whale/D’Arcy, pilota della Raf, di origini aristocratiche. Anche la modalità del duello è variata: dalla spada dell’originale si passa alla “nobile arte” del pugilato. Il combattimento fra i due diviene una metafora del confronto fra classi sociali. Tutta la narrazione si svolge sul doppio filo: dalla guerra con i tedeschi al combattimento, molto più misterioso e incontrollabile, con il proprio destino.

La diversa ambientazione consente ai disegni di Raffaelli di arricchire il racconto con suggestioni diverse e contrastanti, che arricchiscono il valore universale della storia. Benché il libro sia ispirato a Conrad, infatti, scorrendo le tavole si ha l’impressione di leggere un racconto di Jack London o del primo Hemingway. Un’impressione data sicuramente, ma non solo, dal tono giornalistico della voce narrante, il cronista Milton che si appassiona al duello e segue i protagonisti in capo al mondo per seguirne lo sviluppo.

E’ molto abile Raffaelli, giocando col bianco e nero, a creare un effetto “sporco” nelle scene di combattimento e a conferire, con un bianco accecante, una visione allucinatoria della battaglia nella giungla. Per questo abbiamo scelto di presentarvi una gallery di vignette, studi e tavole originali.