Novità e nuove strategie di Bonelli Editore dalla conferenza stampa

Oggi, alle ore 11.15, presso il Blue Note Club di Milano, Sergio Bonelli Editore ha tenuto una conferenza stampa per presentare le novità inerenti il nuovo corso editoriale di Dylan Dog e la nuova serie mensile Adam Wild. Durante la conferenza, inoltre, sono stati fatti importanti annunci relativi alle strategie editoriali che la casa editrice intraprenderà a partire dalla fine dell’anno.

Il video di apertura della conferenza

L’evento è stato presentato da Michele Masiero, caporedattore della casa editrice. Sul palco sono intervenuti Mauro Marcheselli (direttore editoriale di Sergio Bonelli Editore), Roberto Recchioni (sceneggiatore di Orfani e editor – insieme a Franco Busatta – di Dylan Dog), Gianfranco Manfredi (sceneggiatore di Adam Wild), Vincenzo Sarno (Capo Struttura Sviluppo Proprietà), Alessandro Ravani (amministratore delegato di RaiCom) e Giovanni Russo (Coordinatore Lucca Comics & Games).

Tiziano Sclavi e Roberto Recchioni, assieme sul palco prima dell'inizio della conferenza

Tiziano Sclavi e Roberto Recchioni, assieme sul palco prima dell’inizio della conferenza

All’inizio della conferenza è salito sul palco anche Tiziano Sclavi (il creatore di Dylan Dog) per salutare e cedere idealmente il testimone a Recchioni, che lo ha pubblicamente invitato a tornare a scrivere qualche storia del suo personaggio.

Prima di partire con gli annunci, Marcheselli ha ricordato l’anniversario della morte di Sergio Bonelli, a cui da oggi è dedicata un’intera sezione sul sito ufficiale, dichiarando in modo perentorio ed emozionato: «Non prendiamo una decisione senza pensare cosa avrebbe pensato Sergio.»

Il trailer di Dylan Dog 337 – Spazio Profondo, il primo numero del rilancio di Dylan Dog

Riguardo il rilancio di Dylan Dog, sono stati discussi i principali punti del rinnovamento già rilasciati nei mesi precedenti e che potete trovare qui. Su domanda di un giornalista presente, Recchioni ha spiegato di non voler recuperare personaggi storici come Brie o Johnny Freak perché il suo scopo è quello di crearne di nuovi che possano avere lo stesso successo. Il rilancio è stato definito da Recchioni un “downgrade”, non un “upgrade”. E’ stato aggiunto da Marcheselli, inoltre, che Spazio Profondo – il primo albo del nuovo corso in edicola da domani – sarà interlocutorio e che i veri cambiamenti si noteranno a partire da ottobre.

La copertina di Adam Wild n.1

Gianfranco Manfredi, ha presentato la sua nuova serie, Adam Wild, che verrà distribuita nelle edicole a partire dal 4 ottobre e di cui potete trovare tutti i dettagli qui. Manfredi ha dichiarato che con Adam Wild è «tornato a scrivere un eroe positivo, dopo tanti “schizoidi”.»

La copertina di Ringo n. 1

La copertina di Ringo n. 1

Recchioni ha parlato anche del seguito di Orfani, la cui prima stagione si è conclusa questo mese con il numero 12. Ringo, questo il titolo della seconda stagione, sarà una miniserie in 12 albi perfettamente leggibile a se stante. Le copertine saranno disegnate dal co-creatore Emiliano Mammucari. Secondo l’autore, Ringo sarà un personaggio più bonelliano, e la serie «racconterà un’Italia distopica».

L’annuncio principale della conferenza è quello dell’apertura di un nuovo dipartimento. Il Business Property Development (Sviluppo Proprietà Intellettuali), il cui responsabile è Vincenzo Sarno – affiancato da Antonio Navarra e Giovanni Mattioli – svilupperà le declinazione dei personaggi bonelliani sui vari media. La volontà strategica della Casa editrice è quella di entrare nel campo delle produzioni multimediali – serie televisive, film, videogiochi, merchandising – direttamente o con partner italiani e internazionali, per valorizzare al meglio il proprio straordinario patrimonio di storie e personaggi amati dal pubblico in ogni parte del mondo.

Bonelli sarà quindi co-produttore di film, serie tv e videogiochi. L’editore sta trattando per il rientro dei diritti ceduti in passato. Non verranno realizzati prodotti con idee ex novo perché il fumetto resterà il core business dell’azienda.

Mauro Marcheselli, direttore editoriale Sergio Bonelli Editore, ha così commentato l’apertura del nuovo dipartimento:

«È con grande piacere che accogliamo la nascita di questa nuova divisione all’interno delle attività editoriali Bonelli. Da tanti anni Bonelli ha il piacere di appassionare, divertire, intrattenere e anche emozionare lettori di tutte le età, ed è motivo di soddisfazione poter continuare a farlo attraverso serie televisive, film, videogiochi, merchandising. Questa apertura conferma ulteriormente la nostra posizione di editore leader in Italia per il mercato del fumetto, e ci proietta nel futuro, nel segno della nostra grande tradizione e verso uno sviluppo fedele alle nostre radici.»

Sarno ha annunciato il motion comic della prima stagione di Orfani che, grazie alla collaborazione con RaiCom, andrà in onda su Rai4 a partire da dicembre, in 10 puntante da 30 minuti l’una per la regia di Armando Traverso. E’ stato mostrato un trailer in inglese della serie, che verrà presentata anche al prossimo Miptv.

Orfani sarà anche adattato in uno sceneggiato radiofonico, e Ravani (amministratore delegato di RaiCom) ha dichiarato che questo è solo l’inizio della collaborazione con Bonelli.

Giovanni Russo, Coordinatore Lucca Comics&Games, ha annunciato che alla kermesse lucchese Sergio Bonelli Editore avrà un padiglione tutto suo, di 150 mq, in piazza San Giusto. Per l’occasione, a Lucca la casa editrice porterà tre albi in edizione variant cover a tiratura limitata: Dylan Dog n. 337 con copertina di Gipi, Adam Wild n. 1, con copertina di Enrique Breccia e Ringo n. 1, con copertina di Gabriele Dell’Otto. Gli albi, inoltre, avranno ognuno 16 pagine di contenuti extra.

Novità anche per la distribuzione fuori dal circuito delle edicole. Sotto la guida di Mattioli, il marchio Sergio Bonelli Editore arriverà nelle librerie e fumetterie. Si tratterà comunque di materiale già edito, mentre per quanto riguarda le licenze concesse agli altri editori (Mondadori, Bao Publishing e Rizzoli Lizard) Bonelli sta ancora ragionando se limitarle o meno.

Inoltre, in futuro, verranno pubblicati anche fumetti in digitale, ma l’editore sta studiando la soluzione migliore. Anche in questo caso, si tratterà di ristampe e non di inediti.

In chiusura di conferenza è stato detto che l’editore cercherà di diversificare i formati di produzione: è stata annunciata, per iniziare, una storia di Tex realizzata da Paolo Eleutieri Serpieri, che sarà presentata in «un formato di 40 anni fa.»

Di seguito, il video completo della conferenza.