15 fumetti indipendenti (o autoprodotti) per il 2015

Quello della produzione indipendente – soprattutto in Nordamerica – è un mondo estremamente florido e in continuo fermento. È dall’autoproduzione che vengono alcuni dei protagonisti del fumetto mainstream contemporaneo, come Jeff Lemire o Matt Kindt, per fare due nomi; mentre sia nel campo dell’autoproduzione che dell’editoria indipendente, vengono prodotti racconti brevi e lunghi tra i più interessanti ed innovativi. Di recente abbiamo parlato di uno dei più attivi protagonisti della scena dell’autoproduzione americana, Charles Forsman (in questa intervista); e abbiamo tenuto d’occhio l’editore indipendente americano Drawn & Quarterly segnalando alcune delle più interessanti tra le prossime sue uscite.

In questo articolo vogliamo fare un’ampia selezione di quelle che saranno le uscite e le realtà da tenere d’occhio – e possibilmente da accaparrarsi – durante l’anno appena iniziato. Prendete nota e fatevi aiutare a orientarvi nella giungla delle autoproduzioni internazionali!


1 – Frontier #8, di Anna Deflorian

deflorian

L’etichetta statunitense Youth In Decline continua a ospitare sulla sua serie Frontier i migliori talenti dei nostri tempi, e a maggio toccherà all’italiana Anna Deflorian, che sta realizzando per l’occasione un albo dall’aspetto “denso e decorativo in un incontro/scontro tra lo shojo manga anni ’70 e la pittura rinascimentale (ahah)”. Altro colpaccio di Ryan Sands, che aveva scoperto la Deflorian grazie al contributo dell’artista trentina al nono numero dell’antologia lettone š!.

2 – Revenger, di Charles Forsman

Revenger

 

La nuova serie realizzata da Chuck Forsman per la sua Oily Comics segna un deciso cambio di passo per l’autore di TEOTFW and Celebrated Summer, questa volta alle prese con un “action and violence comic book” caratterizzato dall’uso del colore e da uno tratto alla Steve Dillon. Ispirato a fumetti e film degli anni Settanta e Ottanta e ad autori contemporanei come Benjamin Marra e Michel Fiffe, Revenger è ambientato in una versione più cupa degli Stati Uniti degli anni ’80 e vede la protagonista aiutare un ragazzo a rintracciare la fidanzata scomparsa. I primi due numeri sono già disponibili per il download, mentre la versione cartacea debutterà a marzo.

3 – Terror Assaulter: One Man War On Terror, di Benjamin Marra

ta

E a proposito di Benjamin Marra, è di questi giorni l’annuncio che in autunno Fantagraphics darà alle stampe un volume dell’autore di Night Business Blades & Lazers, contenente in gran parte materiale inedito, dato che di Terror Assaulter era finora uscito un solo numero in formato comic book. Per chi ancora non lo conosce è il momento giusto per entrare nel mondo violento, provocatorio, ironico, pop e sopra le righe del barbuto autore statunitense, stilisticamente vicino ad artisti indimenticabili come Jim Steranko e Paul Gulacy.

4 – Drawn & Quarterly: Twenty-Five Years of Contemporary Cartooning, Comics, and Graphic Novels, di Aa. Vv.

drawnq

Arriverà a maggio un libro celebrativo per il venticinquesimo anniversario della canadese Drawn & Quarterly. Nelle oltre 500 pagine del volume troveranno spazio lavori rari o totalmente inediti di cartoonist come Chester Brown, Michael DeForge, Julie Doucet, Debbie Dreschler, Tom Gauld (che firma anche la cover), Rutu Modan, John Porcellino, Art Spiegelman, James Sturm, Yoshihiro Tatsumi, Adrian Tomine e molti altri. Oltre ai fumetti ci saranno anche interviste, ricordi dello staff della casa editrice, fotografie e saggi di guest star come Margaret Atwood, Jonathan Lethem e Chris Ware. Da non perdere.

5 – Viewotron #3, di Sam Sharpe e David Goodrich

viewvt

Il secondo numero di Viewotron, uscito nella primavera 2013, ospitava una sola splendida storia autobiografica a firma Sam Sharpe, in cui si raccontava il rapporto tra l’autore/protagonista, rappresentato come un cane antropomorfo, e la madre schizofrenica. Visto il notevole livello di quell’uscita, è legittimo aspettarsi grandi cose dal terzo numero di questa serie antologica, che segnerà anche il ritorno del co-creatore David Goodrich. Il tono sarà sicuramente più leggero, come si può intuire dalla prima tavola di The Orb of Mild Disappointment, una delle storie portanti dell’albo.

6 – Ur, di Eric Haven

ur

La Adhouse Books ha iniziato il suo 2015 con Ur, raccolta di storie brevi di Eric Haven. Assolutamente geniali ed esilaranti, i fumetti di Haven mixano la parodia dei supereroi, la vecchia scuola underground, le visioni di Fletcher Hanks, i ritmi delle newspaper strip e… la diarrea esplosiva. Il tutto con il gusto per l’assurdo, il paradosso e l’esagerazione che costituisce il vero leitmotiv del volume. Per capire meglio di cosa si tratta potete dare un’occhiata al sito dell’autore, dove trovate alcuni dei fumetti contenuti in Ur, e alla recente intervista ad Haven pubblicata da Robot 6.

7 – Infinite Bowman, di Pat Aulisio

coverforinternet

Arriverà in primavera da Hic & Hoc Publications la raccolta definitiva del Bowman di Pat Aulisio, un 2001 Odissea nello spazio in cui lo stralunato astronauta David Bowman (vi ricorda qualcuno?) vive incredibili avventure tra cavalli con la testa di Garfield e robottoni giganti. Il volume raccoglierà i già visti BowmanBowman 2016 Bowman Earthbound, concludendo il tutto con un nuovo capitolo di ben 75 pagine del tutto inedite, in cui il tratto underground e sempre più dettagliato di Aulisio ci mostrerà il protagonista nei panni di un rivoluzionario generale dell’armata di Satana.

8 – Treasury of Mini Comics Vol. 2, di Aa. Vv.

Treasury

Dopo Newave! e il primo volume di Treasury of Mini Comics, le raccolte antologiche curate da Michael Dowers per Fantagraphics arrivano ai giorni nostri, esplorando le diramazioni più recenti di quella che viene descritta come una “subcultura basata sulla vendita e sullo scambio di piccoli libretti fatti a mano”. Il nuovo mini-cartonato, già disponibile, avrà come di consueto più di 800 pagine e ospiterà tra gli altri i lavori di Trina Robbins, Marc Bell, Tom Hart, J.R. Williams, Pat Moriarity, Renée French, Johnny Ryan, Jeffrey Brown, Jim Rugg, Lisa Hanawalt, Souther Salazar e Theo Ellsworth.

9 – A Mysterious Process, di GG

MysteriousProcess

“Hi, my name is GG. I am a reclusive author. I make comics and things in my bedroom”. Così lo scorso maggio un autore/autrice di nome GG inaugurava il suo Tumblr, dando vita subito dopo al sito Ohgigue, dove si possono ordinare anche le versioni cartacee delle sue storie “vagamente autobiografiche”. Arrivato secondo alla Comics Workbook Composition Competition del 2014 con l’ottima Semi-Vivi, GG ha pubblicato sul sito di Frank Santoro il nuovo e suggestivo A Mysterious Process, un fumetto che sembra un film girato in cinemascope, con tanto di sottotitoli a scandirne i dialoghi. Aspettandone la stampa, prevista per maggio, potete intanto tuffarvi nell’affascinante universo di questo enigmatico artista.

10 – Kovra #6, di Aa. Vv.

Kovra

224 pagine in spagnolo e in inglese per la nuova antologia delle Ediciones Valientes, che si candida a essere la migliore della serie. Disponibile già da qualche settimana, questo volume in formato A5 ospita nuovi lavori di artisti interessanti come Amanda Baeza, Berliac, Cegado, Leo Quievreux, Pedro Franz, Ulli Lust, Victor Dvnkel e tanti altri. Uno sguardo diverso sul fumetto indipendente, tra Europa e Sud America, Kovra sta diventando una delle antologie più intriganti del vecchio continente.

11 – Gulag Casual, di Austin English

Gulag

Altra bella operazione della 2D Cloud di Minneapolis, che a novembre farà uscire una corposa raccolta delle storie di Austin English, cartoonist dallo stile originale, più vicino alle avanguardie storiche che al fumetto indie. Gulag Casual raccoglierà le già pubblicate The Disgusting RoomMy Friend Perry e Here I Am!, oltre a due storie completamente inedite, Freddy’s Dead, una commedia thriller in cui English sperimenta l’uso della grafite, e A New York Story, che promette di unire come mai prima lo stile pittorico dell’autore con una storia forte, dedicata all’amico e collega Dylan Williams, scomparso nel settembre 2011.

12 – The Weight, di Melissa Mendes

theweight

Presente alla scorsa edizione di BilBOlbul di Bologna insieme al già citato Charles Forsman, Melissa Mendes è autrice della serie Lou per la Oily Comics e della graphic novel Freddy Stories. La nuova fatica della Mendes, The Weight, è un webcomic pubblicato gratuitamente on line ma che è possibile sostenere economicamente su Patreon. In cambio si riceverà anche la versione cartacea della storia, che segue le vicende di una donna chiamata Edie, a partire dalla nascita nel 1938 in un’area rurale dello stato di New York. Metà fiction metà memoir basato sul diario del nonno dell’autrice, sin dal primo capitolo The Weight sembra destinato a diventare un grande romanzo americano a fumetti.

13 – Blodappelsiner, di Berliac

blodappelsiner

Berliac è un artista argentino che da qualche tempo si è messo a disegnare manga, stabilendosi a Berlino dopo un periodo passato in Norvegia. Sarà proprio la norvegese Jippi Comics a far uscire il prossimo giugno la sua nuova fatica, che racconta le vicende di Roar Mariero, uno scrittore e criminale vagamente ispirato alla figura di Jean Genet. Le 96 pagine della storia seguiranno il protagonista dall’infanzia in Scandinavia fino ai suoi viaggi in giro per il mondo, focalizzandosi sul periodo trascorso in una prigione russa e soprattutto sul suo crimine principale, la letteratura. I testi saranno in norvegese, mentre per l’edizione in spagnolo, pubblicata dagli argentini dell’Editorial La Pinta, bisognerà aspettare qualche mese in più. Ancora da definire un’eventuale versione in inglese o, meglio ancora, in italiano. Incrociamo le dita e speriamo di poter leggere al più presto questo nuovo passo in avanti di un artista da tenere assolutamente d’occhio.

14 – š! #20, di Aa. Vv.

kus20

Dopo l’ottavo numero dedicato alla scena finlandese, l’antologia lettone š! torna a ospitare artisti di una sola nazione, in questo caso il Portogallo. Il titolo della raccolta uscita lo scorso 19 febbraio, Desassossego, è ripreso da Fernando Pessoa e il tema dei contributi selezionati dal team di š! e dal guest editor Marcos Farrajota del collettivo Chili Com Carne è l’inquietudine. I fumetti sono invece opera di Amanda Baeza, André Lemos, André Pereira, Bruno Borges, Cátia Serrão, Daniel Lima (autore della copertina in alto), Daniel Lopes, Filipe Abranches, Francisco Sousa Lobo, Joana Estrela, João Fazenda, Marta Monteiro, Milena Baeza, Paulo Monteiro, Pedro Burgos, Rafael Gouveia e Tiago Manuel… E dalle prime immagini diffuse sul sito sembrano come al solito graficamente stuzzicanti e stimolanti.

15 – Mighty Star and the Castle of the Cancatervater, di A. Degen

MightyStar

Il prossimo aprile Koyama Press raccoglierà in un volume di 172 pagine il Mighty Star di A. Degen, un affascinante viaggio in un universo barocco e al tempo stesso cartoon, che unisce suggestioni fumettistiche tra lo Starman di James Robinson e l’Astro Boy di Osamu Tezuka ad atmosfere degne di Meliès, dei maestri dell’espressionismo tedesco o anche del Batman di Tim Burton. Aspettandone l’uscita potete intanto procurarvi The Philosopher, una sorta di compendio a Mighty Star uscito qualche mese fa per Snakebomb Comix.

Loading...