Martedì in retrospettiva

Comic Shop News #1385
Edited by Cliff Biggers & Ward Batty
Published by Comic Shop News, Inc.

comicshopnews

Dunque, probabilmente in questo momento starete cercando la mia lista di consigli per gli acquisti. Allo stesso tempo, sarete senza dubbio al corrente che: 1) questo sito è stato bloccato fino a questa mattina; 2) la maggior parte delle fumetterie espongono i nuovi arrivi il martedì; e 3) ogni puntata di questa rubrica dovrebbe perciò servirvi a poco. Credetemi, questo è quel che ho pensato per le intere vacanze natalizie, quando ovviamente non ero occupato a giocare ai videogame o a cercare di ricordare chi fosse chi fra i miei cugini o, in particolare, a far visita a un negozio a circa 15 miglia di distanza da casa dei miei genitori: una solida, ben fornita e antiquata fumetteria, di quelle che ti fanno scivolare una copia del Comic Shop News nella busta dei tuoi acquisti.

Oh, andiamo. Conoscete il CSN (Comic Shop News). Quel piccolo giornale di otto pagine pieno di piccole pubblicità e di brevi interviste? Che si rifà alla stessa formula utilizzata praticamente dagli attuali e più importanti siti di fumetto? Francamente, pensavo che internet avesse scacciato questo vecchio cane lontano dalla fattoria, invece no – non solo il CSN è ancora in circolo, ma sembra che abbia fatto squadra con Newsarama nel popolare le sue pagine con notizie attendibili e semi-fresche: cose come la news della chiusura del PictureBox e la pubblicazione di Infomaniacs di Matthew Thurber, che suppongo possano interessare alla maggioranza dei lettori come curiosità di fondo, sempre che non abbiano buttato il periodico in questione prima di averlo letto.

Io non l’ho buttato, comunque. La prima cosa che mi è balzata agli occhi è che circa metà dello spazio del numero #1385 è occupata da liste commentate di pubblicazioni di fumetti in arrivo, il che apparentemente non rende il settimanale molto diverso dal lavoro che faccio io qui ogni settimana. E leggere le varie scelte della CSN mi porta a imbattermi in questioni a cui non avevo mai pensato prima. Certamente non sono così esperto di cultura di supereroi da rendermi conto che le inizialmente marginali serie come Tiny Titans di Art Baltazar & Franco Aureliani avessero nel corso del tempo dimostrato così buona volontà nel loro sguardo retrospettivo da convincere la Dynamite a lanciare un’intera linea editoriale “per tutte le età” di supereroi in versione toon, compresa una versione per bambini di Evil Ernie firmata da Roger Langridge …! O che la Diamond distribuirà ben presto una versione manga dell’Ulisse di James Joyce – praticamente il mio pane quotidiano!

E tutto questo mi porta a pensare: se non sono in grado oggi di stilare una lista di fumetti che vorrei comprare per questa (e per la precedente) settimana, perché non recensire un gruppo di fumetti che mi è capitato di menzionare nelle precedenti puntate di questa rubrica? Fumetti che non saranno riusciti alla perfezione ma che almeno vantano la partecipazione di qualche disegnatore che mi piace. Fantasie passeggere; “curiosità di fondo”. Alcuni dei fumetti che solitamente segnalo sono la spina dorsale del mercato diretto, altri puntano, tra i lettori del mercoledì, a un gruppo di lettori specializzati estremamente risicato. Per favore, non prendete quel che segue come una dettagliata antologia di buone pubblicazioni date alle stampe tra il 24 e il 31 Dicembre – qui a farla da padrone sono solo il mio portafoglio e quel che il proprietario del negozio ha sugli scaffali!

Inoltre, dal momento che nulla è stato deciso che arrivasse per la vigilia di Natale del cazzo, mi sono inviperito e ho comprato qualche numero dei primi mesi del 2013, giusto per puro capriccio. Abbondano le sorprese. Per esempio, lo sapevate che su ogni numero settimanale di Comic Shop News è pubblicata un’intera settimana di strisce quotidiane di Spider-Man di Larry Lieber?

spiderstripjog1

Mi chiedo quanto Stan Lee si riconosca in J. Jonah Jameson. Sebbene Lee rimanga l’unico scrittore accreditato per la striscia quotidiana, è ormai un segreto di Pulcinella che Roy Thomas contribuisca a un sacco di sceneggiature non accreditato – situazione che raddoppia lo status di Jonah di “merdoso re mediatico” pensato da Steve Ditko, diventandone l’apoteosi. Possiamo ragionevolmente supporre che la simpatia che Lee dimostra verso quel personaggio evidenzi la profonda tensione creativa tra i creatori dello stesso.

spiderstripjog2

Inoltre, per un momento, mi è parso che Petey indossasse una maglietta di Zenith. No, mi ero sbagliato. Sarà di cattivo auspicio? Meglio voltare pagina.


L’articolo è apparso originariamente sul Comics Journal.  Traduzione di Elena Cirillo.

Joe McCulloch, americano, è un critico e studioso di fumetto, collabora fra gli altri con Comics Journal e Comics Alliance.

Loading...