Quando i Pink Floyd realizzarono un fumetto per l’album The Dark Side of the Moon

Tra il 1974 e il 1975, la band inglese dei Pink Floyd mise in commercio un albo a fumetti, in occasione del tour dell’album The Dark Side of the Moon (pubblicato nel 1973), forse il loro lavoro più celebre e rappresentativo.

L’albo – chiamato Comic Book Tour Program – nei credits attribuisce la realizzazione grafica al collettivo Hipgnosis, noto per aver creato le copertine di numerosi dischi rock degli anni Settanta, per gli stessi Pink Floyd, i Police, i T-Rex, i Led Zeppelin, e molti altri. Tra coloro che si occuparono dei disegni ci furono Storm Thorgerson (grafico della band), Joe Petagno (responsabile delle illustrazioni di molte copertine di dischi dell’epoca, oltre che di libri, tra cui Cronache marziane di Ray Bradbury), Gerard Scarfe (illustratore e fumettista che creò la copertina di The Wall), e Richard Evans (figura chiave del rock inglese, fu art director di Beatles, Oasis, Bowie, e più di recente di Lady Gaga).

L’artwork mostra tratti ruvidi, grezzi e psichedelici ispirati al primo fumetto underground, sommati a una scarsa padronanza del mezzo, ma anche a qualche idea originale nella costruzione della tavole. L’ingenuità del prodotto è palese, se paragonato proprio al disco che promuoveva. The Dark Side of the Moon fu infatti un’opera storica per la band – e per il rock in generale –; lo fu per la proposta musicale, ma anche dal punto di vista del concept grafico, entrando nell’immaginario popolare col suo iconico prisma triangolare riflettente.

pink floyd fumetto


L’albo contiene una storia con protagonista Rog Waters (che prende il nome da Roger Waters, cantante e bassista della band), nei panni di un abile calciatore a capo della squadra “Grantchester Rovers” che viene “drogato” da un cameriere, ma riesce comunque a portare la sua squadra alla vittoria. In un’altra storia, il Captain Mason (dal batterista Nick Mason) è in guerra per la Royal Navy durante la Seconda Guerra Mondiale. Le storie non finiscono qui, e man mano i disegni si fanno sempre più psichedelici, contorti e magari anche più interessanti e coerenti con l’immaginario legato alla band, rispetto alle prime pagine.

Il fumetto ormai è ovviamente un pezzo da collezione, reperibile su eBay a cifre che girano intorno ai 150 dollari. Non un prezzo esorbitante considerato l’immutato interesse dei collezionisti per cimeli e dischi legati ai Pink Floyd.

Di seguito, le pagine dell’albetto (via Dangerousminds).

pink floyd fumetto
pink floyd fumetto
pink floyd fumetto
pinkfloyd4
pinkfloyd5
pink floyd fumetto
pinkfloyd7
pink floyd fumetto
pinkfloyd9
pink floyd fumetto
pinkfloyd11
pinkfloyd12
pinkfloyd13
pinkfloyd14
pinkfloyd15

Leggi anche:
Il fumetto su Syd Barret e i Pink Floyd
La biografia a fumetti di Bob Dylan

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.