Rubriche Radar Radar. 13 fumetti da non perdere usciti questa settimana

Radar. 13 fumetti da non perdere usciti questa settimana

K.O. a Tel Aviv (Bao Publishing). Ok, qui vi racconto un po’ di fatti miei: Asaf Hanuka è entrato nella mia vita qualche anno fa per colpa di mia madre. Doveva dare un esame di Cultura ebraica la cui bibliografia prevedeva la lettura del libro Pizzeria Kamikaze di Keret Etgar, ma siccome a decidere di laurearsi passati i cinquant’anni con quattro figli e un lavoro poi può capitare che il tempo finisca, dopo aver scoperto che ne esisteva una trasposizione a fumetti, aveva deciso di comprarla e leggere quella ‘così risparmio un sacco di tempo’. Ora, tralasciando la discutibile lezione pedagogica che mia madre mi ha dato, la cosa buona di questa scelta fu che entrai in contatto con un disegnatore sublime (e a ruota con l’altrettanto bravo Tomer Hanuka, suo fratello gemello). Sapere che Asaf giunge infine in Italia è una bella notizia e di sicuro non dovreste farvi scappare questo libro.

Perso nel raccontare i fatti miei, non vi ho neanche detto di cosa parla questo libro: K.O. a Tel Aviv è la raccolta delle storie di vita di tutti i giorni di Asaf, originariamente pubblicate sul suo blog. Detto così so che non è molto allettante, però fidatevi che ne vale la pena. Qui ci sono 15 pagine di anteprima.

(prima o poi qualcuno manderà una mail di lamentele a Matteo Stefanelli chiedendo che io venga cacciato, dicendo che siamo bravi tutti a scrivere Radar se la metà delle segnalazioni sono ‘ne ha già scritto X, io sono pigro quindi leggete quello che ha già scritto lui’ oppure ‘questo è bello, fidatevi’)

koatelavivcover

Elektra vive ancora (Panini Comics). La ristampa di un classico. Dopo averla uccisa nel 1982, nel 1990 Miller torna sul luogo del delitto, per raccontare il ritorno in vita della ninja Elektra. Un ritorno tuttavia temporaneo, perché ancora una volta Miller, al termine di questo breve graphic novel, metterà fine alla vita della sua creatura. Dal punto di vista grafico è un’opera esteticamente vicina a Il ritorno del Cavaliere Oscuro, con l’aggiunta di un inusuale lavoro ai colori della (ex) moglie Lynn Varley, che danno un tocco ‘polveroso’ e opaco all’intera storia, come se il tutto fosse ambientato completamente all’interno di un sogno.

Avengers di Busiek e Pérez vol. 2 – La guerra di Ultron (Panini Comics) & Avengers – La Visione e Scarlet (Panini Comics) & La Visione – Ieri e domani (Panini Comics) & Marvel omnibus: Age of Ultron (Panini Comics) & Mighty Avengers vol. 1 – L’iniziativa Ultron (Panini Comics).

Quindi, se non ho capito male, fra poco esce un film degli Avengers con protagonisti Ultron e la Visione?

Proviamo a districarci: i primi due sono ristampe rispettivamente degli anni ’90 e ’80; il terzo è una delle poche cose mai scritte per la Marvel da Geoff Johns (in coppia col fidato Ivan Reis ai disegni); il quarto è la trascurabile ristampa di uno degli ultimi trascurabilissimi mega-crossover; l’ultimo è il primo volume della ristampa delle storie dei Potenti Vendicatori post-Civil War.

(Tra l’altro la lista di ristampe a tema Vendicatori/Ultron comprendeva almeno altri due volumi, che sono stati omessi perché sennò 100% sicuro qualcuno avrebbe commentato qui sotto ‘TI PAGA LA PANINI!!!!’)

Linus aprile 2015 (Baldini Castoldi Dalai). Numero speciale che celebra i cinquant’anni della rivista. C’è una bellissima copertina di Sergio Ponchione, sui cui sono ritratti ben centodiciannove dei personaggi apparsi, nel corso di mezzo secolo, sullo storico magazine (qui potete vedere il work in progress), ci sono dentro i fumetti dei Fratelli del Cielo, che hanno giocato a realizzare una serie di mash up improbabili fra alcuni dei personaggi che hanno segnato la storia di Linus (li abbiamo intervistati per voi!), ma non solo, come potete scoprire grazie alla nostra anteprima con sommario. Bonus: una riflessione del sommo Daniele Barbieri. Bonus 2: un estratto del bel libro di Paolo Interdonato sulla storia della rivista.

Tex #654 – Oro nero (Bonelli). Gianfranco Manfredi ai testi+Leomacs ai disegni è una coppia degna del binomio Steph Curry-Klay Thompson, quando li metti insieme, succedono le esplosioni atomiche. Qua potete spizzarvi la magia del making of di una tavola di Leomacs tratta da questo stesso albo.

Multiversity #4 – Pax Americana (RW-Lion). Solito ritornello: per sapere cos’è Multiversity, vi rimando a questo nostro articolo estivo. Su questo quarto appuntamento posso solo aggiungere: GRANT MORRISON+FRANK QUITELY. Se Manfredi e Leomacs=Curry e Thompson, Morrison+Quitely=tutto il Dream Team del 1992 (a esclusione di Laettner, perché se siete delle brave persone, non potete non odiare Christian Laettner)

L’Incal #1 – L’Incal nero (Editoriale Cosmo). È il primo albo della ristampa in versione super-economica (ma comunque a colori e in formato album) di uno dei capisaldi del fumetto mondiale, la Saga dell’Incal creata da Alejandro Jodorowsky e Moebius.

Dall’estero:

lesreveuslunaires

Les Rêveurs Lunaires – Quatre génies qui ont changé l’histoire (Gallimard). Cedric Villani – forse lo ricorderete come ‘la Medaglia Fields che è venuta al Lucca Comics e s’è divertito come se non ci fosse un domani’ – racconta la storia di quattro vite di uomini straordinari: Werner Heisenberg, Alan Turing, Leó Szilárd e Hugh Dowding. Ai disegni c’è un Baudoin un po’ castrato ma pur sempre mirabile.

Copra: Round Two (Bergen Street Comic). In Italia non la vedremo mai probabilmente, ma Copra  è una delle migliori serie indie attualmente in circolazione e il suo autore, Michel Fiffe, è veramente un fumettista talentuoso. Questo volume racchiude il secondo ciclo di storie, pubblicato originariamente sugli albi dal 7 al 12.

Seguici sui social

54,324FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
19,366FollowerSegui

Ultimi articoli

Le armature dei Cavalieri dello Zodiaco se esistessero davvero

Potrebbero mai esistere nella realtà le armature dei Cavalieri dello Zodiaco? Se lo saranno chiesto in molti leggendo il manga o guardando l'anime.
manifesto napoli comicon 2020

Il manifesto di Comicon 2020 disegnato da Bastien Vivès

Il fumettista francese Bastien Vivès è l’autore del manifesto dell’edizione 2020 di Comicon, il festival del fumetto di Napoli.
moebius mostra napoli comicon 2020

La grande mostra su Moebius a Napoli

Nell'ambito di Napoli Comicon 2020 si terrà una mostra dedica a Jean Giraud, meglio conosciuto con il nome d'arte di Moebius.