Focus Frank Miller, Walt Simonson e la storia mai narrata di Devil

Frank Miller, Walt Simonson e la storia mai narrata di Devil

Sembra proprio che nel 1986, dopo la conclusione di Rinascita, Frank Miller avesse in programma di realizzare una nuova storia di Devil in due parti, per Daredevil #235-236, disegnata da Walter Simonson, all’epoca ancora impegnato nella sua gestione del personaggio di Thor.

Leggi anche: Le copertine di Devil disegnate da David Mazzucchelli

ddbornagainfb

Miller scrisse la sceneggiatura della prima parte di tale storia, che però Simonson non ebbe mai l’opportunità di disegnare. I motivi li spiegò qualche anno dopo proprio quest’ultimo in un’intervista concessa al principale sito americno dedicato al Diavolo Rosso della Marvel, The Man Without Fear:

 «Per quel che ne so, Frank non ha mai sceneggiato la seconda parte. E io non ho mai disegnato la prima. E il motivo è che su Daredevil stava per arrivare un nuovo scrittore regolare, all’epoca, dopo diversi fill-in. Il nuovo scrittore voleva che il suo primo albo uscisse all’inizio dell’estate (che allora era il periodo migliore per le vendite), così la nostra storia in due parti fu messa in pausa per alcuni mesi. E se non ci sono scadenze, il lavoro non viene mai fatto… è una vecchia regola dei freelance. Il succo di tutto questo è che quando la Marvel fu interessata a farci lavorare sulla storia, Frank era impegnato a fare il Cavaliere Oscuro, e io con X-Factor. Così non è mai accaduto. Peccato… era una storia davvero figa.»

Simonson probabilmente si sbagliò in un dettaglio, dato che all’epoca Miller avrebbe dovuto essere al lavoro su Batman: Anno Uno (pubblicato nel 1987) e non su Il Ritorno del Cavaliere Oscuro (che è dello stesso 1986).

Nel 2008, la rubrica Comic Book Urban Legends Revelead del portale Comic Book Resources riferì invece una versione dei fatti leggermente diversa, con Miller semplicemente non più interessato a raccontare la nuova storia di Devil rimasta incompleta, anche se questo sembra non trovare riscontro da nessun’altra parte.

In ogni caso, la storia – intitolata The Devil’s Own – avrebbe dovuto avere per co-protagonista il Dottor Strange, personaggio che agli inizi della carriera in Marvel Miller aveva rifiutato di disegnare (su sceneggiatura di Roger Stern) per potersi occupare proprio di Devil.

Il plico di fogli con la sceneggiatura di Miller finì poi materialmente tra le mani di Kuljit Mithra, fondatore del già citato The Man Without Fear e tra i principali esperti di Devil, che in un recente tweet ha pubblicato le foto di due pagine di essa.

I fan di Devil e di Miller rimpiangono ancora che all’epoca la vicenda non si chiuse per il meglio, ma c’è comunque da notare che negli anni successivi l’autore sarebbe tornato più volte al personaggio che aveva contribuito a lanciarlo, per realizzare in particolare la miniserie L’uomo senza paura e il graphic novel Elektra vive ancora. Miller e Simonson invece si sarebbero poi trovati a collaborare in Dark Horse sulla miniserie Robocop vs. Terminator.

Seguici sui social

56,012FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
19,723FollowerSegui

Ultimi articoli

Etna Comics 2020 è stata rinviata

L’organizzazione di Etna Comics, il festival del fumetto che si tiene a Catania, ha comunicato che l’edizione di quest’anno è stata rinviata.
liv stromquist

Migliori Fumetti 2019 – International: Svezia

Una selezione dei migliori fumetti pubblicati in Svezia nel corso del 2019, firmata dal giornalista e traduttore Fredrik Strömberg.
the long tomorrow

“The Long Tomorrow”, cambiare il futuro con una storia breve

The Long Tomorrow è una delle opere di fantascienza più influenti di sempre, capace di cambiare la storia del cinema, del fumetto e della letteratura.