Focus Guida al binge-reading degli X-Men di Grant Morrison

Guida al binge-reading degli X-Men di Grant Morrison

Dopo avervi accompagnato alla scoperta delle storie di Daredevil scritte da Mark Waid, questa volta è il turno di Grant Morrison e del suo fondamentale ciclo di storie degli X-Men scritte fra il 2001 e il 2004.

newxmenmorrison

Numero di albi: 41 (New X-Men #114-154; New X-Men Annual #1)

In Italia: Marvel Omnibus New X-Men by Grant Morrison (Panini Comics)

Tempo richiesto: Due o tre pomeriggi di lettura intensi, oppure una settimana se ve la prendete comoda.

Miglior personaggio da seguire: Emma Frost, senza se e senza ma. Dopo averla inserita come elemento di rottura all’interno di un ristretto gruppo di X-Men classici (Wolverine, Bestia, Fenice, Ciclope e il Professor X), Morrison compie un lavoro di indagine psicologica accurato. Dietro all’apparenza di algida stronza, si nasconde una personalità complessa: il desiderio di essere un riferimento per i suoi studenti, il complesso di inferiorità verso Jean Grey, la necessità di redenzione e soprattutto il vero amore per Ciclope.

emmafrostmorrison2

Albi/Saghe che potete saltare: Assalto ad Arma Plus  – Il discorso è il solito: in un ciclo di storie come quello di Morrison sugli X-Men, una sezione del genere dovrebbe rimanere vuota. Se proprio bisogna sceglierne una, allora sia Assalto ad Arma Plus.

Nonostante sia una saga piena di spunti interessanti e bizzarri (la X di Arma X sta per ‘decimo’, il Bar Infernale), dove finalmente Wolverine scopre la verità sulle proprie origini, nel bilancio totale della gestione Morrison è quella più trascurabile. Contiene comunque una profonda e importante indagine psicologica su Ciclope, fondamentale ai fini della comprensione del percorso tracciato per lui dallo scrittore scozzese.

Albi/Saghe che NON potete saltare: E come Estinzione – La partenza col botto di Morrison: rivela che gli umani si stanno estinguendo. Introduce, inoltre, una sorella gemella malvagia di Xavier che si macchia del genocidio di 16 milioni di mutanti prima di essere freddata a colpi di pistola da Xavier stesso, il quale, non contento, rivela pubblicamente in diretta televisiva la sua identità di capo e guida degli X-Men. Una delle migliori saghe degli X-Men di sempre, imperdibile.

ecomeestinzione2

Perché leggerlo in binge-reading: Quando Morrison arriva sugli X-Men, nel 2001, i mutanti non se la stanno passando molto bene. Il secondo avvento di Chris Claremont è stato un flop terribile e gli X-Men sono rimasti impantanati nel tentativo di replicare lo straordinario successo ottenuto negli anni precedenti. Il cast tende al milione di personaggi (inutili) e le storie sono ormai stanche e ripetitive.

Morrison prende in mano la testata per rilanciarla con le idee molto chiare: un cast fisso composto da un ristretto numero di personaggi; via i costumi e tutti gli altri elementi naif; la continuity come strumento, non come zavorra; ma soprattutto, un ritorno al concetto base delle storie degli X-Men: i mutanti come simbolo delle minoranze emarginate, dei reietti, dei diversi.

Quello che ne viene fuori è un lungo ciclo che ri-aggiorna finalmente gli X-Men alla contemporaneità, trovando il giusto equilibrio fra tradizione e innovazione. Se infatti mantiene il cuore tematico delle migliori storie degli X-Men, Morrison è anche il primo in molti anni a sovvertire per davvero lo status quo mutante (la rivelazione della vera identità di Xavier, la rottura fra Scott e Jean), a dare un nuovo punto di vista convincente su personaggi storici (Ciclope, Bestia, Emma Frost) o a crearne di nuovi destinati a durare nel tempo (Cassandra Nova, Quentin Quire, Fantomex).

Non è un caso che le sue storie e le caratterizzazioni da lui date ai personaggi abbiano fatto da base per quasi chiunque si sia cimentato coi mutanti negli anni successivi (da Joss Whedon a Matt Fraction, da Jason Aaron a Brian Michael Bendis).

Miglior momento: Cassandra Nova ha preso controllo della flotta Shiar e ha intenzione di dirigerla verso la Terra. Il superguardiano Smasher, emissario dell’imperatrice Lilandra, affronta eroicamente un viaggio nel quadrispazio per avvisare i terrestri. Quando giunge infine sul nostro pianeta, unico essere vivente a essere mai sopravvissuto a tale viaggio, ad ascoltarlo mentre agonizzante prova a dare l’allarme c’è solo un gruppo di mucche. Uno degli apici del cinismo di Morrison.

smashermorrison

Miglior disegnatore: Frank Quitely, senza neanche discutere. Già fedele compagno di Morrison in numerosi lavori (Invisibles, Flex Mentallo, All-Star Superman, We3), è l’uomo giusto al posto giusto per traghettare graficamente gli X-Men nel nuovo millennio. I suoi personaggi sono sgraziati e fisicamente umani: un Ciclope finalmente ‘Slim’ per davvero, un Wolverine di cui pare quasi di sentire la puzza di sudore e una Jean Grey priva di qualsivoglia dolcezza nei tratti. A tutto ciò, va aggiunta una capacità di narrazione visiva di altissimo livello, che trova il suo picco nella storia muta del numero 121, Silenzio: Salvataggio psichico in corso.

quitelyxmen

Miglior tavola: Solita scelta impossibile, fra Quitely, Chris Bachalo, Phil Jimenez e Marc Silvestri non mancano i disegni spettacolari, e selezionarne una sola è compito arduo e ingrato.

Mi faccio guidare dal cuore. La prima volta che ho letto Rivolta allo Xavier era il dicembre del 2003 e avevo da poco compiuto 13 anni. All’epoca, odiavo Frank Quitely e Mike Allred perché disegnavano ‘strano’, e il mio modello di disegnatore bravo era Mark Bagley.

Poi accadde questa sequenza muta:

bingereadingmorrison1

bingereadingmorrison2

bingereadingmorrison3

bingereadingmorrison4

Dico soltanto: guardate la bava della Bestia nella seconda. Che spettacolo.

La chicca: Quentin Quire e la sua maglietta ‘Magneto was right’. Una vignetta e un outfit azzeccato per entrare dritti nel mito.

Seguici sui social

48,897FansMi piace
1,391FollowerSegui
2,645FollowerSegui
17,180FollowerSegui

Ultimi articoli

absolute carnage marvel fumetti

Marvel annuncia “Absolute Carnage”, un nuovo evento a fumetti

Marvel ha anncunaito Absolute Carnage, un nuovo evento a fumetti legato a Venom e Spider-Man, che coinvolgerà gran parte dei personaggi dell'editore.
marvel alex ross

Il fumetto che racconta la storia dell’universo Marvel

Marvel Comics ha annunciato una nuova serie a fumetti scritta da Mark Waid che racconterà l'intera storia dell'universo Marvel.
return of wolverine superpotere artigli

Panini pubblica “Il ritorno di Wolverine”

Inizia la pubblicazione italiana de Il ritorno di Wolverine, miniserie in 5 parti che racconta di come il personaggio sia tornato dalla morte.