Focus Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo Spider-Man di colore

Tutto quello che c’è da sapere sul nuovo Spider-Man di colore

Come è stato annunciato i giorni scorsi, Miles Morales, lo Spider-Man dell’universo Ultimate, diventerà il nuovo Uomo Ragno dell’universo classico. Miles debutterà nella serie Spider-Man, al cui timone ci saranno Brian Michael Bendis e Sara Pichelli, il team creativo che aveva ideato il personaggio quattro anni fa. Il giovane farà anche parte dei Vendicatori nella loro incarnazione post-Secret Wars.

spider-man miles morales
(Marvel)

Secondo Pichelli la serie «avrà un’interazione urban e nello stile di Spider-Man rispetto all’universo Marvel», ma aggiungerà un nuovo livello di complessità emotiva al personaggio, combattuto, come lo era Peter Parker alle origini, tra i doveri di supereroi e gli affanni adolescenziali.

Lo avevano ipotizzato in molti che il crossover Secret Wars fosse un pretesto per modificare lo status quo di alcuni personaggi e soprattutto inserire Miles nell’universo regolare, lasciando a Peter, tornato marito e padre di famiglia, il ruolo di mentore. Ora ne è arrivata la conferma grazie al NY Daily News, che riporta i commenti estasiati dello sceneggiatore: «Significa molto per molte persone. Il nostro messaggio non è che questo sia uno Spider-Man con l’asterisco, è il vero Spider-Man, per ragazzi di colore, adulti di colore o per chiunque altro.»

La mossa si inserisce nella recente politica Marvel di aprire le proprie testate alla diversificazione rappresentativa (Thor donna, Capitan America nero, Ms. Marvel musulmana), nel tentativo di attrarre nuove fette di pubblico. «Me ne stavo seduto a un tavolo dove la gente discuteva del futuro dell’universo Marvel. Uno dei personaggi salvi era Miles» ha spiegato Bendis «Non ho nemmeno dovuto portarlo alla loro attenzione o combattere affinché si salvasse. Sarebbe passato nell’universo regolare. È stata lusinghiera come cosa.»

La chiusura della linea Ultimate è una delle ripercussioni principali di Secret Wars, insieme alla defezione di 33 testate, che verranno (quasi tutte) rilanciate in autunno, al grido di All-New, All-Different.

marvel
(Marvel)

Nato nel 2000, l’universo alternativo conosciuto come Ultimate ha traghettato la Marvel nel XXI secolo, grazie alla reinvenzione degli eroi classici in un’ottica giovane e contemporanea, passando poi in secondo piano alla fine del decennio (qui trovate un resoconto della sua genesi). Nel 2011, per smuovere le cose, venne introdotto un nuovo Uomo Ragno, l’afro-ispanico – portoricano, a essere precisi – Miles Morales. Miles è uno Spider-Man sui generis; adolescente e con un set di abilità diverse dalla precedente incarnazione, ha acquisito i poteri dal morso di un ragno che era entrato in contatto con la formula Oz della Oscorp, ricostruita a partire dal sangue di Peter Parker. Aderisce ai muri, ha il senso di ragno, la forza e i lanciaragnatele (donati da zia May) del suo predecessore, ma può anche diventare invisibile alla bisogna ed è in grado di paralizzare gli avversari con il tocco venefico.

In realtà, la sua creazione risale al 2008, a ridosso delle elezioni presidenziali, come ricorda l’editor-in-chief Axel Alonso: «Capimmo di essere a un passo dall’elezione del primo presidente nero e dovevamo ripensare una delle nostre icone. Sarebbe dovuto comparire dopo Ultimatum, l’evento che ci permise di ricostruire l’universo Ultimate, ma per una serie di motivi, non ultimo il fatto che non avevamo una storia pronta per lui, dovemmo rimandare.»

ultimate spider-man
(Marvel)

Bendis ha spiegato che uno degli elementi utili a rafforzare questa decisione fu l’apparizione di Donald Glover vestito da Spider-Man nella serie tv Community, a sua volta un riferimento alla campagna portata avanti dall’attore per ottenere il ruolo dell’Uomo Ragno nel film The Amazing Spider-Man: «Lo vidi e pensai ‘Sì, mi piacerebbe leggere un fumetto con un protagonista così’.»

Nonostante qualche accusa di gratuità e mera mossa pubblicitaria, il personaggio venne accolto positivamente e fece breccia nei cuori dei lettori, risultando l’unica vera mossa azzeccata del parco testate Ultimate negli ultimi anni. Nella sua breve vita è riuscito a invadere gli altri spazi dell’azienda, comparendo nella serie tv Ultimate Spider-Man (doppiato proprio da Glover) e finendo al centro delle attenzioni per una sua possibile apparizione in carne e ossa nei futuri film Marvel, anche se ora sappiamo che le major non erano dello stesso avviso.

Ha perfino incontrato il Peter Parker dell’universo 616 nel crossover Spider-Men, al termine del quale Peter cercava su internet il nome del giovane, chiedendosi se nella sua realtà esisteva un Miles Morales. La sua reazione lasciava presagire degli sviluppi mai raccolti, dato che il seguito della miniserie, annunciato l’anno scorso con un breve messaggio da parte di Bendis, non si era mai concretizzato. Ora il sito ufficiale della Marvel conferma che i primi dodici numeri di Spider-Man presenteranno la trama che lo sceneggiatore aveva pensato per Spider-Men 2.

spider-men
(Marvel)

Padre di quattro figli, Bendis ha adottato due bambine di colore e ha cuore il tema della rappresentazione: «Quando mia figlia di quattro anni ha indossato la maschera di Miles Morales al negozio di giocattoli esclamando “Guarda papà, sono Spider-Man” io mi sono messo a piangere perché ho capito che sarebbe cresciuta in un mondo multi-razziale fatto di Spider-Man neri e Thor donne.»

Seguici sui social

48,846FansMi piace
1,387FollowerSegui
2,645FollowerSegui
17,137FollowerSegui

Ultimi articoli

adrian cowboy bebop

Il mash-up tra “Adrian” e “Cowboy Bebop”

Il graphic designer Davide Mezzacqui si è divertito a realizzare una parodia della sigla di Adrian facendo un mash-up con quella di Cowboy Bebop.
zuo ma canicola lungo i bordi

“Lungo i bordi”, il fantasy rurale di Zuo Ma

Il giovane fumettista cinese Zuo Ma torna in Italia con una nuova publicazione, dopo il graphic novel “Night Bus”, uscito per Bao Publishing nel 2018.
leiji matsumoto tarquin

Un nuovo fumetto dell’universo di Leiji Matsumoto (di autori francesi)

Leiji Matsumoto sta supervisionando un nuovo fumetto ambientato nell'universo di personaggi come "Capitan Harlock" o Maetel del "Galaxy Express 999".