I famosi detective della letteratura illustrati da Frank Miller

Tra il 1982 e il 1983, mentre era impegnato nel realizzare il ciclo di storie di Devil che lo avrebbe reso una delle star del fumetto supereroico americano di quegli anni, Frank Miller realizzò una serie di particolari pin-up a doppia pagina per i primi numeri della testata Ms. Tree della Eclipse Comics.

La testata raccontava le avventure in stile mystery dell’eroina eponima creata dal giallista Max Allan Collins, e il futuro autore di Il ritorno del Cavaliere Oscuro ne approfittò per realizzare 4 illustrazioni intitolate “Frank Miller’s Famous Detective Pin-Up”, in cui rivelò in modo esplicito il proprio amore – già particolarmente evidente nella sua sequenza di storie per Daredevil, a dire il vero – per l’hard boiled e per scrittori come Dashiell Hammett, Raymond Chandler e Mickey Spillane. Appassionato di questo genere fin da ragazzino, a fine anni Settanta Miller si era presentato a New York per cercare lavoro come disegnatore di fumetti presentando un portfolio pieno di illustrazioni a tema poliziesco, ma il mercato di quegli anni aveva spazio solo per i supereroi o poco più. L’allora giovane autore dovette adattarsi, così queste pin-up probabilmente furono un vero e proprio sfogo, per lui.

Accompagnate da brevi testi che presentano i “famosi detective” in questione, le evocative illustrazioni espressionistiche di Miller raffigurano atmosfere nere e fumose, così come da tradizione del genere, e anticipano anche qualcosa di ciò che sarebbe stata la futura carriera di Miller. Difficile, per esempio, non trovare tracce di Sin City nella terza di queste pin-up, che, riaffiorate di recente sul social network Tumblr, vi mostriamo di seguito.

Leggi anche: Frank Miller, Walt Simonson e la storia mai narrata di Devil

frankmillerdetective1

frankmillerdetective2

frankmillerdetective3

frankmillerdetective4