Rubriche Lo scaffale di... Lo scaffale di Richard Short

Lo scaffale di Richard Short

Scopriamo le letture più recenti del fumettista britannico Richard Short, autore della striscia Klaus, pubblicata sul magazine omonimo di Breakdown Press. L’autore è stato ospite all’ultima edizione del festival BilBOlBul e presto il suo Klaus verrà pubblicato in italiano sulle pagine della rivista Linus.

Leggi anche: Alla scoperta di Breakdown Press: il nuovo fumetto britannico (in mostra a BilBOlBul)

English version in the second page of this article.

Baby Boom, di Yuiichi Yokoyama (Matiere)

BabyBoomYokoyama

Questo libro è talmente bello da aver infranto il gelo tipico della metropolitana di Londra. Una volta, lo stavo leggendo in metro e della gente ha iniziato a chiedermi «Cos’è? Cosa stai leggendo? …Fammi vedere» e se lo sono letto accanto a me. È pieno di colore e movimento e non ci si stanca mai di guardarlo.

The Best of Ernie Bushmiller’s Nancy, curato da Brian Walker (Henry Holt & Co)

Nancy

Il libro contiene una breve storia di Bushmiller e di Nancy, il saggio How To Read Nancy di Paul Karasik e Mark Newgarden, e probabilmente tutte le strisce di Nancy che io abbia mai letto. Quasi ogni gag è tremenda, perfino in questo “best of”, ma sono chiare come il sole e il design di ogni striscia è splendido.

Red Coloured Elegy, by Seiichi Hayashi (Drawn & Quarterly)

REDCOLORED.cover_mock:Layout 1

Tengo sempre una piccola copia dell’edizione giapponese di Red Coloured Elegy sul mio tavolo da disegno, quando lavoro al mio Klaus – nel caso avessi dei blocchi. Nell’uso dello spazio e della linea Hayashi non è secondo a nessuno. Red Coloured Elegy è uscito anche in inglese, come anche Golden Pollen and Other Stories (Picturebox) e Flowering Harbour (Breakdown Press). Breakdown sta per uscire con un nuovo librone di storie di Hayashi.

Garo Magazine – various artists

Garo80s

In Giappone le vecchie copie di Garo si trovano a vendere all’usato per poche centinaia di Yen (100 ¥ = 0,80 €. NDR), ed è incredibile se si considera quanto sono belli. Di solito mi piace circa meno di metà di ogni albo, ma gli autori che mi piacciono sono tra i miei preferiti in assoluto: Hayashi, i due Tsuges, Yoshikazu Ebisu, Oji Suzuki, Shinichi Abe (le cui opere presenti nei numeri che posseggo io sono molto più libero rispetto al materiale pubblicato nelle antologie francesi). Inoltre, mi piace molto il design dei volumi (soprattutto King Terry), le pagine redazionali, le pubblicità e il modo strano in cui talvolta certe pagine sono colorate. Durante una vacanza in Giappone me ne sono comprati talmente tanti da dover buttar via biancheria e scarpe per far posto nella valigia!

Joe Galaxy, by Massimo Mattioli (Primo Carnera)

JoeGalaxy

L’ho comprato alla libreria Modo Infoshop durante l’ultima edizione di BilBOlBul e mi è piaciuto molto. Questo libro è assurdo, più crudo e interessante per design e varietà di fumetti rispetto altro materiale di Mattioli che avevo già visto. Non so leggere l’italiano (come del resto nemmeno il giapponese) ma non importa.

Seguici sui social

49,567FansMi piace
1,505FollowerSegui
2,645FollowerSegui
17,671FollowerSegui

Ultimi articoli

Quel ramo del Lago dei Comics

Com'è andata la seconda edizione del Lake Como Comic Art Festival, un festival di fumetto esclusivo dedicato alle tavole originali.
tra mille richiami superficiali e nessuna profondità sostanziale

“Kokoro”, Igort nel cuore del Giappone

"Kokoro" di Igort è un viaggio in Giappone fatto di immagini frammentate e idee raccolte dall'autore quando ci ha vissuto o durante le sue riflessioni.
ryu delle caverne ishinomori manga jpop

Radar. 12 fumetti da non perdere usciti questa settimana

Una selezione di alcuni dei fumetti pubblicati in settimana, che secondo noi meritano la vostra attenzione. Per preparare un weekend di buone letture.