Mondi POP Animazione Il secondo corto dello Studio Ghibli, ispirato a un’antica stampa giapponese

Il secondo corto dello Studio Ghibli, ispirato a un’antica stampa giapponese

A marzo scorso, lo Studio Ghibli di Hayao Miyazaki e Isao Takahata aveva realizzato un corto animato per uno spot pubblicitario di una compagnia energetica, animando le illustrazioni di un’antica stampa giapponese, la pergamena intitolata Chōjū-Jinbutsu-Giga Emaki (letteralmente “animali-persone caricature”) del Dodicesimo-Tredicesimo secolo. antropomorfi.

Ora arriva un secondo corto pubblicitario animato che prosegue la storia del primo, durante il quale una rana e un coniglio si incontrano durante un temporale, mentre i due uniscono le forze per attraversare un fiume.

Leggi anche: In estate il Museo Ghibli riaprirà con una mostra dedicata a Hayao Miyazaki

Si tratta di una pubblicà di una nuova opzione di fornitura energetica privata chiamata Plan G, con la “g” che sta sia per green che per Ghibli. Il piano promette infatti di supportare il fondo nazionale per la Totoro Forest (nelle colline Sayama) e fornire energia al Museo Ghibli.

I due corti sono stati diretti da Katsuya Kondo, regista e character designer che in passato ha lavorato anche a Kiki’s Delivery Service e a Ponyo; le musiche sono del pianista Nobuyuki Tsuji.

Seguici sui social

53,413FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,978FollowerSegui

Ultimi articoli

snapshots marvel

“Snapshots”, la serie a fumetti che rivisita la storia Marvel

Marvel Comics ha annunciato Snapshots, serie curata da Kurt Busiek, che rivisiterà alcune delle tappe fondamentali dei fumetti della casa editrice.
thanos snap

“Joker” e “Thanos” tra le parole più cercate su Google nel 2019 dagli italiani

Tra i trend di Google del 2019 sono entrate anche due parole note ai fan dei fumetti, "Joker" e "Thanos", grazie ai film di cui sono stati protagonisti.
magnus satanik natale

Sunday Page: Roberto Baldazzini Satanik e Prince Valiant

Per la rubrica Sunday Page, questa settimana ospitiamo Roberto Baldazzini, che discute tavole da Satanik e Prince Valiant.