I fumetti preferiti di Jeff Lemire

La rivista culturale Paste Magazine ha intervistato il fumettista Jeff Lemire chiedendogli quali sono i suoi fumetti preferiti, tra quelli che lo hanno formato come autore e quelli che lo hanno impressionato di più.

jeff lemire fumetti

Lemire è tra gli autori di punta del fumetto contemporaneo americano. Ha quarant’anni e ha cominciato la sua carriera come autore unico – scrivendo e disegnando le proprie storie – con lavori come Lost DogsEssex County Il saldatore subacqueo, per affermasi in seguito alla Vertigo con Sweet Tooth e The Nobody. Negli ultimi anni è diventato uno sceneggiatore molto prolifico lavorando su testate per Marvel, DC, Image, Valiant e Dark Horse. Tra questi lavori ricordiamo Old Man Logan, Moon Knight, Animal Man, Green ArrowDescender, Bloodshot e Black Hammer.

Di seguito la lista di Lemire:

All-Star Superman, di Grant Morrison e Frank Quitely
Hicksville, di Dylan Horrocks
The Song of Roland, di Michael Rabagliati
Quarto Mondo, di Jack Kirby
Kamandi, di Jack Kirby
Batman: Anno Uno, di Frank Miller e David Mazzucchelli
I Kill Giants, di Joe Kelly e J.M. Ken Niimura
Berlin, di Jason Lutes
Il Nao di Brown, di Glyn Dillon
Skim, di Jillian e Mariko Tamaki
Akira, di Katsuhiro Otomo
Scapled, di Jason Aaron e R.M. Guera
DC: The New Frontier, di Darwyn Cooke
The Acme Novelty Library, di Chris Ware
Sandman, di Neil Gaiman e autori vari
Portami via, di Nate Powell
Criminal, di Ed Brubaker e Sean Phillips
Pluto, di Naoki Urasawa

Leggi anche: I libri e gli scrittori preferiti da Alan Moore