Emmanuel Guibert vince il Premio Goscinny ad Angoulême 2017

Emmanuel Guibert è il vincitore dell’edizione 2017 del Premio Goscinny, assegnato annualmente a uno sceneggiatore.

Intitolato al René Goscinny – co-creatore di Asterix e sceneggiatore di Lucky Luker – il premio fu assegnato dal 1988 al 2008, per poi essere riportato in vita proprio con l’edizione 2017 dall’organizzazione del Festival International de la Bande Dessinée d’Angoulême. Il nome del vincitore è stato annunciato con un post su Facebook dall’organizzazione del Festival, che avrà ufficialmente inizio domani.

Negli ultimi anni le opere più importanti di Guibert – perlopiù di taglio cronachistico o documentativo – sono state pubblicato anche in Italia da Coconino Press, a partire da Il fotografo (realizzato con Didier Lefèvre e Frédéric Lemercier, vincitore nel 2010 di un Eisner Award e del premio Micheluzzi come miglior fumetto straniero) fino ad arrivare a La guerra di Alan, passando per Alain e i rom (con Frédéric Lemercier e Alain Keler) e L’infanzia di Alan (vincitore del Grand prix de la critique de l’ACBD ad Angoulême nel 2013).

fotografoguibert
La copertina dell’edizione italiana di Il fotografo, l’opera più nota e premiata di Guibert

La giuria che ha selezionato il nome del vincitore era composta da Anne Goscinny (presidente dell’Instituto René Goscinny), Stéphane Beaujean (direttore artistico Festival), Catel (autrice), Florence Cestac (autrice), José-Louis Bocquet (autore), Jul (autore), Anne-Hélène Hoog (curatrice del Museo di Arte e Storia dell’Ebraismo) e Frédéric Bonnaud (direttore generale della Cinémathèque française). Il vincitore riceverà un trofeo in bronzo scolpito dall’artista francese Robert Combas e raffigurante le lettere che compongono la parola francese “scénario” (sceneggiatura). A lui sarà inoltre dedicata una mostra in occasione dell’edizione 2018 del Festival d’Angoulême, organizzata in collaborazione con l’Instituto René Goscinny.