Un po’ di pagine dall’ultimo numero di Lilith

Nel corso del 2017, arriverà a conclusione Lilith, la serie semestrale ideata nel 2008 per Sergio Bonelli Editore da Luca Enoch, che ne ha scritto e disegnato tutti gli episodi. La testata racconta di un lontano futuro in cui la razza umana è costretta a vivere nel sottosuolo perché il Triacanto, un parassita alieno, stermina chiunque vi si trovi sopra. La missione di Lilith – la protagonista che dà il nome alla serie – è quella di viaggiare nel tempo per estirpare il Triacanto dai corpi delle persone possedute.

Con le sue azioni, Lilith ha alterato la storia dell’umanità, creando un’ucronia fantastica che ha permesso all’autore di riscrivere in modo anche piuttosto profondo vicende molto note, ma restando sempre ancorato a realistiche pulsioni umane. In previsione dell’uscita a giugno del diciottesimo albo conclusivo, la casa editrice ha presentato in anteprima alcune tavole della storia, che vi mostriamo.

Di seguito, la sinossi dell’albo:

Lilith, insieme alla delegazione dei ribelli americani e a quella irochese, ha attraversato l’intero continente, incalzata dagli inglesi, e valicato le Montagne Rocciose, incontrando le forze coloniali giapponesi. Il giovane samurai Jerome è stato allontanato da Tokyo, la “capitale orientale” che sorge in quella che per noi è la baia di San Francisco, e si trova ora in un castello di frontiera, incastonato tra i cliff del Green River. Il Cardo crociato attende, nei sotterranei della missione gesuita della bassa California, la maturazione del Triacanto. Queste tre linee narrative indipendenti, ineluttabilmente, si incontreranno per il confronto finale!