Nello studio di Jesse Jacobs

La rubrica Tavoli da disegno si sposta in Canada, a London sul lago Ontario, per visitare lo studio di Jesse Jacobs, apprezzato autore di Safari Honeymoon e dell’appena uscito E così conoscerai l’universo e gli dei, entrambi per Eris Edizioni.

*English text

Jesse Jacobs studio

Quali sono i progetti a cui stai lavorando attualmente?

Attualmente, ho per le mani più progetti contemporaneamente. Mi piace lavorare così, balzando da una cosa all’altra. Il progetto principale sul quale sono concentrato ora è la conclusione di un fumetto breve per l’editore italiano Hollow Press. Mi hanno contattato un po’ di tempo fa per fare un albo in edizione limitata. Mi piace molto la loro estetica cupa. La storia ruota attorno a una casa stregata. Sto lavorando anche a un altro fumetto lungo, che è ancora a uno stadio iniziale. Spero di finirlo per il prossimo anno. Poi sono coinvolto anche in un progetto segreto che ancora non posso rivelare, ma mi sta emozionando molto.

Jesse Jacobs studio

Quali sono gli strumenti che usi per disegnare?

Cambio spesso gli strumenti che uso. Sono sempre in cerca di nuove penne. L’ultimo libro che ho disegnato, Crawl Space (in uscita per Koyama Press in primavera), l’ho disegnato con un mix di penne Faber-Castell e Staedler pigment liners. Tutte le idee per i miei fumetti partono su piccoli quaderni a spirale sui quali faccio schizzi con penne Pilot G-Tec. Uso un tablet economico per colorare in Photoshop e fare qualche correzione. Ho inoltre scoperto che il disegno in digitale è ottimo per progettare la composizione e pianificare i layout. Soprattutto quando voglio immagini che siano simmetriche.

Jacobs Tav 4

Hai qualche abitudine prima di metterti a disegnare?

In realtà, no. Mi piace lavorare, quindi di solito inizio appena sveglio. Faccio colazione, e bevo il caffè, poi lavoro. Vivo fuori città, quindi non ho molte distrazioni. Intorno a mezzogiorno il mio cane si sveglia e lo porto a spasso nel bosco o sulla spiaggia.

Jacobs Tav 3

Ci sono libri o fumetti che devono essere a portata di mano mentre disegni?

Non di proposito. Uso uno dei miei libri preferiti, Big Questions di Anders Nilsen, per tenere rialzato il computer. È un libro molto grosso.

Jesse Jacobs studio

Hai un oggetto in studio a cui sei particolarmente affezionato?

Sono molto legato al mio cane, Desmond, che sta spesso qui, ma non la considero un oggetto. Ho cose interessanti che tengo vicino, come vecchi giocattoli o libri, ma tengo particolarmente. Non sono esattamente un collezionista. Da bambino e adolescente, mi piaceva un sacco collezionare fumetti, giocattoli, ecc. Mi preoccupavo molto della condizione in cui erano, da andare matto. A sedici anni, feci lo sforzo di iniziare a tenere meno a queste cose. Cominciava a essere un problema, e magari mentre ero a scuola mi preoccupavo dei miei fumetti.