Alias Comics: nasce l’inserto a fumetti de Il Manifesto

Durante Napoli Comicon (28 aprile – 2 maggio) verrà distribuito Alias Comics #0, un free press che anticipa il debutto dell’omonimo inserto a fumetti allegato a Il Manifesto, in vendita abbinato con il quotidiano l’ultimo mercoledì di giugno, luglio, agosto e settembre.

Ogni numero di Alias Comics avrà 32 pagine a colori di grande formato contenenti storie complete firmate da autori italiani. La presentazione ufficiale sarà il 28 aprile a Napoli Comicon, con un numero zero gratuito ricco dedicato ad anticipazioni e “dietro le quinte”. Alias Comics ospiterà tre avventure a colori complete e inedite realizzate per la testata, più una quarta tratta da un repertorio di pubblicazioni indipendenti, “rimasterizzata” nel lettering e nell’aggiunta del colore da Luca Bertelè.

aliascomicsTra gli autori coinvolti: Onofrio Catacchio (Nathan Never, Stella Rossa), Diego Cajelli, Andrea Voglino e Gianluca Maconi (Martin Mystère – Le nuove avventure a colori, Long Wei), Stefano Zattera (Il Male di Vauro e Vincino, Earl Foureyes – Mutant Detective), Ariel Vittori (Little Waiting) e Tiziano Angri (L’unica voce).

Dal comunicato stampa, la descrizione dei titoli annunciati:

Bravado
s
critto da Diego Cajelli e Andrea Voglino, creato graficamente e disegnato da Gianluca Maconi; colore e lettering di Luca Bertelè.

Nel prossimo futuro, i veri privilegiati della società saranno gli anziani, percettori di ricchezze costruite in tempi comodi, ricche pensioni e cure mediche rivitalizzanti. Su questa premessa gli autori di fumetti come Martin Mystère – Le nuove avventure a colori (Sergio Bonelli Editore) e Long Wei (Editoriale Aurea), hanno costruito i quattro episodi del grottesco Bravado: un pensionato fascistoide, amorale e senza freni i cui unici interessi sono la musica Anni ’80, le droghe e l’ultraviolenza. O per dirla con gli autori: “Arancia Meccanica, ma con un vecchietto tosto”.

Stella Rossa – Life on Mars
Creato graficamente, scritto e disegnato da Onofrio Catacchio Colore e lettering di Luca Bertelè

Su un inserto del quotidiano comunista non potevano mancare le avventure di un eroe dello spazio sovietico. A firmarle è Onofrio Catacchio, classe 1964, che dopo aver cantato le gesta del cosmonauta Gregory Vostok sulle riviste Fuego (1990) e Nova Express (1991) nonché sulle varie raccolte dedicate successivamente alla sua space opera, ora riporta Stella Rossa sugli scudi con i due nuovi episodi dedicati a Stella Rossa – Life on Mars, spin-off sulla colonizzazione del Pianeta rosso e sulle avventure dei suoi personaggi più in vista. Fanta- scienza classica su temi sempre più attuali.

Brenda Cowgirl
Creato graficamente, scritto, disegnato e colorato da Stefano Zattera Lettering di Luca Bertelè

In principio fu una pin-up pubblicata su Horrorgasmo (1999). Ma dato che il western è la spina dorsale del fumetto italiano, Alias Comics è la collocazione ideale per i due episodi di Brenda Cowgirl, “ragazza mucca” di nome e di fatto con tanto di corna, pezzatura bianca e nera e Colt sempre a portata. L’ambientazione è però quella più congeniale a Stefano Zattera, copertinista ufficiale dell’inserto e “fumettista atomico”: un West molto “sui generis” popolato di mutanti, freaks e altre strane creature nate dalla fantasia del cinquantunenne sceneggiatore e disegnatore veneto.

Oltregomma
Creato graficamente, scritto, disegnato e colorato da Ariel Vittori Lettering di Luca Bertelè

A 25 anni, Ariel Vittori è una fra le più coraggiose e interessanti artiste del Belpaese: al suo attivo, collaborazioni con la rivista erotica al femminile Filthy Figments, oltre a lavori quali Grimorio e Little Waiting (SlowComix), acclamata raccolta di storie erotiche. Per Alias Comics Vittori firma le due storie di Oltregomma dedicate a Miranda, “editor” alle prese con i difetti di programmazione di un mondo virtuale nato per offrire svaghi al pubblico ma non sempre perfettamente “a registro”. Un fumetto onirico, caratterizzato da una linea grafica unica, distintiva e spettacolare.

Storie (quasi) senza parole
Creato graficamente, scritto, disegnato e colorato da Tiziano Angri
Lettering di Luca Bertelè

Nato a Napoli nel 1981, Tiziano Angri vanta collaborazioni con riviste sperimentali come Puck! e alcuni fra i più interessanti romanzi grafici usciti negli ultimi anni, come Le cinque fasi (Edizioni BD) e L’unica voce (Coconino). Le due Storie (quasi) senza parole in lavorazione per Alias Comics sono ambientate in un contesto grafico e narrativo che trova gran parte della sua forza espressiva in un segno forte, dettagliatissimo e di grande potenza espressiva: fumetti in cui la parola scritta è (quasi) del tutto superflua e il rapporto con il lettore è interamente affidato alla magia del disegno.