Robert Kirkman ha presentato la sua serie tv sulla storia del fumetto americano

Al San Diego Comic-Con, Robert Kirkman, il creatore di The Walking Dead, ha presentato la sua nuova serie TV per AMC intitolata Robert Kirkman’s Secret History of Comics. Si tratta di una miniserie documentaristica dedicata alla storia del fumetto americano, che l’autore aveva annunciato lo scorso maggio.

Robert Kirkman Secret History of Comics amc

Durante la conferenza, Kirkman è sceso nei dettagli, e ha spiegato che la prima stagione della serie sarà composta da 6 episodi della durata di un’ora – “mini-film” li ha chiamati – che racconteranno particolari poco noti o approfondiranno in maniera esaustiva alcuni eventi famosi e le personalità che hanno trasformato l’industria del fumetto statunitense. Il tutto con un taglio molto personale: «Fondamentalmente, queste sono le storie che gli autori stessi mi hanno raccontato durante le bevute e le cene dopo i festival», ha detto Kirkman.

La prima stagione sarà trasmessa da AMC a partire dal prossimo novembre, con una premiere la domenica, subito dopo la messa in onda di una puntata di The Walking Dead. In seguito verrà trasmessa di lunedì.

I primi sei episodi tratteranno i seguenti argomenti:

• The Trials of Superman: ricostruirà la battaglia legale per i diritti di Superman tra Siegel e Shuster, i creatori del personaggio, e DC Comics.

• Misfits Who Made Marvel: racconterà la nascita di Marvel Comics e approfondirà il complicato rapporto tra Stan Lee e Jack Kirby.

• Image Comics: A Declaration of Independence: un focus sulla nascita di Image Comics, con alcuni dietro le quinte poco noti.

• City of Heroes: spiegerà com’è cambiata la vita degli autori e l’industria del fumetto dopo l’attentato dell’11 settembre 2001.

• Color of Comics: racconterà la storia di Milestone Comics, casa editrice fondata nel 1993 dagli autori afro americani Dwayne McDuffie, Denys Cowan, Michael Davis e Derek T. Dingle.

• Wonder Woman: andrà dalle origini del personaggio fino al recente film diretto da Patty Jenkins.