Disney lascia Netflix per lanciare i propri servizi di streaming

Disney ha annunciato la rimozione dei propri prodotti da Netflix a partire dal 2019 e ha comunicato l’apertura di due nuovi servizi di streaming. Uno di questi sarà a tema sportivo e sfrutterà i contenuti di ESPN, emittente via cavo dedicata allo sport di proprietà della Disney. Il suo lancio è previsto per i primi mesi del 2018 e comprenderà un’offerta complessiva di circa 10mila eventi dal vivo.

Non è ancora chiaro, invece, quando e come Disney lancerà il suo streaming dedicato alla produzione di film e show televisivi, animati e non. Fino al 2019, quindi, i prodotti Disney rimarranno disponibili su Netflix in virtù dell’accordo firmato dalle due aziende nel 2012 (ma reso effettivo solo a partire dal 2016). Per questo, ad esempio, Netflix distribuirà ancora i prossimi due capitoli di Star Wars, ma non i prossimi film Disney come Toy Story 4 e il sequel di Frozen previsti per il 2019.

Riguardo il futuro delle serie TV dedicate ai supereroi Marvel Comics, un portavoce di Netflix ha detto che l’azienda «continuerà a essere in affari con la Walt Disney Company su diversi fronti, inclusi gli accordi con Marvel TV». Si attendono comunque ulteriori sviluppi e comunicati riguardo questi progetti televisivi, mentre per quanto riguarda le produzioni cinematografiche Marvel, come i film Avengers o Iron Man, Disney non ha ancora preso una decisione.

Secondo quanto scrive il Guardian, con questa mossa Disney vuole entrare in competizione diretta con Netflix – la cui quotazione in borsa dopo l’annuncio ha perso oltre il 5,0% – e Amazon.