Recensioni Novità Henri Dumas: distorsione e perversione di spazi lisergici

Henri Dumas: distorsione e perversione di spazi lisergici

Henri Dumas è uno dei più recenti talenti folli e cupi a trovare spazio nel roster della “oscura” Hollow Press (ed è quasi omonimo del poeta afroamericano del Novecento Henry Dumas). Senza troppi giri di parole è un figlio illegittimo di Mat Brinkman e Tetsunori Tawaraya (il primo è tra gli esponenti del movimento di Fort Thunder insieme a Brian Chippendale e il secondo tra i fumettisti contemporanei giapponesi più “estremi”). Dei due non ha con sé la stessa carica innovatrice – forse anche semplicemente per tempistiche di apparizione sulla scena – ma di sicuro ne porta avanti lo spirito, sia in termini concettuali che grafici. Questi due livelli in Dumas si fondono, in una estetica fatta di elementi psichedelici, dark e astratti.

Tra gli autori che Dumas ricorda ce n’è anche un altro pubblicato da Hollow Press, Gabriel Delmas, non solo per il titolo dalla sigla criptica – come il recente Xuwwuu – ma soprattutto per lo spirito lisergico che intinge i loro lavori.

Leggi l’anteprima dei due albi.

SubDumas4
In V.V.V.V. (Virulent Vessels of Vesicating Vices) Dumas illustra viaggi di esseri surreali: il primo numero ha per protagonista un essere antropomorfo con testa a uovo e una fessura al centro di essa, mentre il secondo proprio una sorta di uovo. In entrambi i “viaggi”, sono animati tanto da questi singoli personaggi quanto dagli ambienti stessi, veri e propri agenti del racconto stesso. Gli sfondi sono mutevoli – ma sempre cupi, neri – a volte delimitati da pattern geometrici e in altri casi da linee fluide, interagiscono con i protagonisti, mutano attorno a loro, hanno forme mai stabili, e «angoli concavi a un primo sguardo, convessi allo sguardo immediatamente», direbbe H.P. Lovecraft.

Il nonsense di questi trip alluncinogeni porta alla mente il ben più strutturato universo narrativo di Jim Woodring, creatore di Frank e di tutto un bestiario plastico altrettanto immaginifico. A differenza di Woodring, che scandisce le vignette con cadenza graduale, Dumas racconta con una sequenzialità assai fluida, con spesso ben poca differenza tra ogni singola vignetta, quasi a creare un cartoon su carta; proprio come fanno spesso Mat Brinkman e Brian Chippendale.

Nato da tendenze ben più distorte e meno sognanti, Dumas te lo immagini ideale da leggere con un sottofondo di musica doom e drone, che riempia l’aria di stridore e distorsione, come il fumettista riempie le vignette di punti, linee e campiture nere (qui sotto una proposta di soundtrack).

Di V.V.V.V. sono usciti due albi di una ventina di pagine ciascuno, Ben Dwellers e Subterranean Centrifuge, in due formati diversi (proposti anche in un box, con materiale extra), nello spirito audace e spudorato che contraddistingue Hollow Press. Il secondo albo si chiude con una splash ipnotica (realizzata con china e collage), con linee concentriche e flussi ondulanti. È una immagine che trattiene lo sguardo, con un sole nero che emette raggi bianchi senza sosta. E a quel punto è come arrivare in fondo a uno di quei dischi in vinile che alla fine hanno un piccolo scalino che permette di far continuare il suono ipoteticamente all’infinito, tra l’incanto e il fastidio.

DenDwellers9

Dumas realizza tavole intense, colme di segni, dalla composizione sfaccettata e, soprattutto, pregne di una visione complessa e deviata. L’autore porta avanti indirettamente la “tradizione” underground dell’estetica di Fort Thunder, mostrando in poche pagine un immaginario complesso e stratificato, padrone dei ritmi narrativi e di tecniche grafiche ricche e personali.

V∴V∴V∴V∴ Den Dwellers #1 / V∴V∴V∴V∴ Subterranean Centrifuge
di Henri Dumas
Hollow Press
20 pagine, b/n – 5 €

Seguici sui social

49,536FansMi piace
1,504FollowerSegui
2,645FollowerSegui
17,668FollowerSegui

Ultimi articoli

È morto il fumettista Alberico Motta

È morto oggi all’età di 81 anni Alberico Motta, storico autore umoristico italiano, noto soprattutto per la sua collaborazione con l’editore Bianconi.
murale andre pazienza

Una petizione per rendere accessibile il murale di Andrea Pazienza

È in corso una iniziativa per chiedere che il murale di Andrea Pazienza "Lotta di guerrieri e animali" venga reso accessibile al pubblico.

Tom King lascerà Batman prima del previsto

Lo sceneggiatore Tom King lascerà la testata di Batman entro la fine dell'anno, ben prima di concludere il ciclo di storie che aveva in mente.