Cosa accadde nel 1968 nel mondo del fumetto

L’anno del “Maggio francese”, che mezzo secolo fa segnò profondi cambiamenti sociali e culturali, è stato importante anche per la storia del fumetto. Sullo sfondo dei movimenti di rivolta che nel 1968 attraversarono molti paesi, sebbene raramente raccontati in maniera diretta dai fumetti del momento (ma qualche caso ci fu, come nei Peanuts), la Nona Arte si trovò a confrontarsi con diverse preoccupazioni e interessi che andavano maturando nel costume, nella politica e nella creatività di quei tempi.

In una lista di opere pubblicate e avvenimenti significativi nella storia dell’editoria, proviamo a ricordare quale fu il “clima fumettistico” del 1968: dalla Marvel ai manga alla bande dessinée, passando per diversi nomi e creazioni importanti del fumetto italiano.

Leggi anche: 20 fumetti da ricordare usciti nel 1998

Gennaio | La Rubrique-à-Brac

rubrique a brac gotlib

Sulle pagine della rivista francese Pilote, raccogliendo il testimone dai “Dingodossiers” di René Goscinny e Marcel Gotlib, inaugura una nuova rubrica creata dal solo Gotlib, mentre Goscinny si concentra sul successo di Astérix. Nelle due o tre pagine settimanali della rubrica più “matta” del fumetto europeo, ricche di trovate surreali e di freddure, maturerà l’umorismo iconoclasta di Gotlib, maestro dello humour adulto nel fumetto francese del dopoguerra.

Gennaio | L’Uomo Tigre

uomo tigre manga

Creato da Ikki Kajiwara e Naoki Tsuji, il manga segue (con grande realismo scenico) gli efferati incontri di un lottatore dalla maschera di tigre che diventerà presto un’icona popolare, soprattutto grazie alla trasposizione animata dell’anno successivo. Al personaggio, inoltre, a partire dal 1981, si sono ispirati vari lottatori di wrestling che hanno calcato i ring della federazione giapponese NJPW con il nome di Tiger Mask.

Gennaio | Rocky Joe

rockyjoe1

Esordisce il manga Rocky Joe, scritto da Asao Takamori (con lo pseudonimo di Ikki Kajiwara) e disegnato da Tetsuya Chiba. Il protagonista è un giovane ribelle, proveniente da una situazione familiare difficile, che cerca il riscatto nel pugilato. Simbolo di una generazione che contestava il trattato di sicurezza nazionale stipulato con gli USA, diverrà un cult in patria. Nel 1977 i dirottatori dell’Armata rossa giapponese dichiareranno di “rappresentare il Joe di domani”.

Febbraio | Zap Comix

zap comix 1 robert crumb mr natural fumetto underground

La storica rivista underground nasce all’inizio dell’anno per mano di un collettivo di artisti tra i quali figuravano Robert Crumb, S. Clay Wilson, Robert Williams, “Spain” Rodriguez, Gilbert Shelton, Victor Moscoso e Rick Griffin. Fu l’inizio per il fumetto underground e indipendente americano, un inizio irriverente e battagliero, fatto di storie surreali e sconvolgenti e albi venduti per le strade di una San Francisco nel pieno della rivoluzione controculturale.

Marzo | Maxmagnus

maxmagnus magnus bunker mondadori fumetto

Tra le serie meno note create in coppia dallo sceneggiatore Max Bunker e dal disegnatore Magnus (che l’anno dopo avrebbero lanciato Alan Ford), Maxmagnus racconta di un re dispotico che riempie di tasse i suoi poverissimi sudditi, con la complicità del suo avido Amministratore Fiduciario, in un medioevo dai tratti un po’ fantastici e grotteschi. Il risultato è una cinica parodia del mondo delle fiabe – quelle popolate da re, castelli, maghi e cavalieri – e allo stesso tempo una satira feroce nei confronti del potere e del consumismo.

Aprile | Steve Ditko pubblica per DC Comics

creeper steve ditko dc comics

Dopo i disaccordi creativi con Stan Lee che lo avevano portato ad abbandonare la Marvel nel 1966, il disegnatore Steve Ditko fa clamore per la decisione di passare alla storica concorrente DC Comics. Ditko era stato uno dei simboli della Marvel, avendo contribuito a creare e portare al successo i personaggi di Spider-Man (1962) e Dottor Strange (1963). Per il nuovo editore debutta creando The Creeper sulle pagine di Showcase #73.

Maggio | I Favolosi Pelosissimi Freak Brothers

shelton freak brothers comicon

Tra i fumetti underground statunitensi più importanti di ogni epoca, l’opera di Gilbert Shelton è incentrata su un gruppo di hippie e sulle loro scorribande lisergiche. La serie debutta sulle pagine di The Rag, una rivista ciclostilata distribuita in Texas e provincia, per poi prendere piede a apparire su una serie di svariati comic book underground del periodo.

Maggio | Epoxy

epoxy van hamme

Primo fumetto per adulti ad essere stato pubblicato senza interventi o problemi con la censura in Francia (quattro anni dopo le polemiche intorno a Barbarella, sebbene fosse meno ‘esplicito’), Epoxy è disegnato da Paul Cuvelier ma è anche il primo fumetto sceneggiato da Jean Van Hamme, futuro creatore di bestseller quali XIII e Largo Winch. L’eroina è una giovane ragazza molto bella che, durante un giro in barca, viene coinvolta un incidente e finisce in acqua, priva di sensi. Si risveglia a bordo dello yacht dello spietato Koltar, da dove comincia il suo viaggio mitologico ed erotico, sospeso nel fantastico, fra centauri e amazzoni, ninfe, fauni e dei greci.

Giugno | Nejishiki

nejishiki yoshiharu tsuge manga gekiga

Pubblicata in un’edizione speciale della rivista di fumetto e controcultura Garo, dedicata al già noto fumettista, Nejishiki è una storia rivoluzionaria per il mondo del manga d’autore e del movimento gekiga. La storia trascrive un sogno dell’autore in cui un uomo, punto da una medusa su una strana spiaggia, vaga alla ricerca di un medico, tra allucinazioni e paranoie sulla morte. L’approccio di Yoshiharu Tsuge, lontano da quello del manga tradizionale, sorprese molti per i suoi contorni onirici e visionari, diventando un cult generazionale ritenuto tra i vertici artistici del manga nel Novecento.

Luglio | Shonen Jump

shonen jump 1 1968 manga

Il 2 luglio debutta nelle edicole giapponesi il magazine Shonen Jump, quindicinale (e poi settimanale a partire dal 1969) che in pochi anni diventerà il più venduto periodico di fumetti del mondo. Sulle sue pagine appariranno serie come Mazinga Z, Gen di Hiroshima, Captain Tsubasa, Ken il Guerriero, Dragon Ball, Saint Seiya, Naruto e molte altre. Sulle pagine del primo numero ci sono fumetti di Go Nagai e Kazuo Umezu, ma anche la traduzione giapponese delle strisce classiche di Flash Gordon.

Luglio | Prima apparizione di Franklin nei Peanuts

franklin peanuts schultz strip

Pochi giorni dopo la morte di Martin Luther King, Harriet Glickman, una maestra di Los Angeles, scrive a Charles Schulz affinché inserisca nella striscia un personaggio di colore. Con il paese in preda alle tensioni sociali, Glickman crede che la striscia potrebbe influenzare l’atteggiamento dei lettori verso le diverse etnie. Schulz accoglie la richiesta e Franklin, questo il nome del nuovo personaggio, fa il suo debutto il 31 luglio 1968. Charlie Brown lo incontra mentre è in spiaggia, un luogo d’integrazione inusuale, considerando che molte spiagge americane, pur non legalmente, sono in questi anni vietate ai neri.

Agosto | La scuola senza pudore

scuola senza pudore go nagai manga

Uno dei manga più irriverenti del maestro Go Nagai, realizzato prima ancora che si dedicasse a esplorare a pieno la sua vena horror e quella fantascientifica. La scuola senza pudore racconta le avventure irriverenti e sottilmente sexy all’interno di una scuola borderline, dove sia studenti che insegnanti sono – senza mezzi termini – dei pervertiti. La serie è entrata nella storia del fumetto nipponico a causa dell’ondata di critiche che riuscì a suscitare per l’umorismo spinto e le scene sexy, tanto che la pubblicazione fu interrotta dopo appena quattro anni. Ma dopo La scuola senza pudore, l’erotismo soft nei fumetti per ragazzi era ormai sdoganato.

Agosto | Una serie per Silver Surfer

silver surfer omnibus stan lee john buscema marvel

Debutta nelle edicole statunitensi la prima serie dedicata a Silver Surfer (personaggio creato nel 1966), scritta da Stan Lee e disegnata da John Buscema. Nato sulle pagine di The Fantastic Four, Silver Surfer è stato concepito da Kirby come ambasciatore interstellare di Galactus, un essere amorale e incorruttibile. Lee invece lo immagina come una figura tragica e sviluppa questa concezione, dotando il personaggio di un retroterra colmo di sentimenti umani.

Ottobre | prima apparizione del protagonista di Doonesbury

bull tales doonesbury garry trudeau strip

Prende il via la serie di strip Bull Tales di Garry Trudeau. La serie, incentrata su fatti ed eventi della vita universitaria a Yale, appare sulle pagine dello Yale Daily News, il più antico quotidiano studentesco statunitense. È qui che appare per la prima volta il personaggio di B.D., futuro protagonista della striscia Doonesbury a partire dal 1970, ancora oggi pubblicata e nella quale la reale politica americana si intreccia con le vite dei protagonisti.

Novembre | Apre la fumetteria più antica d’Europa

lambiek

Ad Amsterdam, l’8 novembre, Kees Kousemaker fonda la fumetteria Lambiek, attualmente la fumetteria più antica d’Europa, nonché la seconda al mondo. All’interno del suo negozio, Kousemaker ha sempre dedicato molta attenzione al fumetto indipendente e underground e ha ospitato importanti esposizioni, tra cui le personali di Robert Crumb, Daniel Clowes e Chris Ware.

Novembre | Sturmtruppen

sturmtruppen bonvi strip

La striscia di Bonvi incentrata su un gruppo di scalcinate forze d’assalto tedesche durante la Seconda guerra mondiale esordisce sulle pagine del quotidiano Paese Sera, il 23 novembre, come progetto vincitore di un concorso. È il primo fumetto italiano ad essere realizzato nel formato della striscia quotidiana e diventerà nel corso degli anni molto pooplare, grazie anche al peculiare linguaggio (un tedesco maccheronico) dei suoi protagonisti. Dalla striscia saranno tratti anche due film diretti da Salvatore Samperi, rispettivamente nel 1976 e nel 1982.

Novembre | Golgo 13

golgo 13 takao saito manga

Una delle serie manga più longeve di tutti i tempi, con protagonista l’ormai leggendario personaggio di Duke Togo. Noto anche con il nome di Golgo 13, questi è un micidiale killer professionista, armato di un fucile M16 e di uno sguardo glaciale. Il protagonista è un personaggio iconico e controverso, di poche parole e avido di emozioni, ma implacabile nel lavoro che svolge. A oggi, sono usciti oltre 180 volumi della serie di Takao Saito (con oltre 280 milioni di copie vendute), dalla quale sono stati tratti anche due film live action, uno animato e una serie di 50 episodi (in onda in Giappone tra il 2008 e il 2009).

  • Simon G.

    Annus mirabilis