Per DC Comics Superman è un rifugiato

Il 20 giugno ricorreva la Giornata mondiale del rifugiato e l’editore americano DC Comics ha celebrato l’evento con un tweet incentrato sul proprio personaggio più famoso: Superman.

Leggi anche: 80 anni di Superman in 8 disegnatori

«Superman si batte per ciò che è giusto. Sapevate che è anche un rifugiato?» riferisce il messaggio della casa editrice. Secondo le origini del personaggio, Kal-El arrivò sulla Terra ancora neonato dopo che i genitori lo avevano messo su un razzo per salvarlo dall’esplosione del loro pianeta Krypton.

Oltre a celebrare la ricorrenza in onore dei rifugiati, il tweet di DC Comics rappresenta una precisa presa di posizione in un contesto politico e sociale in cui il tema dell’immigrazione è oggetto di dibattito e scontro, sia in Europa che in USA. Proprio in questi giorni la scelta del governo statunitense di separare i figli dei migranti messicani dai genitori e rinchiuderli in strutture con gabbie recintate ha scandalizzato l’opinione pubblica statunitense e non solo.

Il personaggio di Superman si è già prestato a iniziative simili sin dagli anni Cinquanta. L’anno scorso in una storia su Action Comics #987 si era schierato a fianco di immigrati illegali, tanto da essere stato definito “socialista“.