Nello studio di Marco Turini

Siamo entrati nello studio di Marco Turini, disegnatore italiano residente a Praga, particolarmente attivo nel mercato statunitense. La serie più recente a cui ha collaborato è Robotech, della quale sono già usciti in Italia due volumi per Magic Press.

marco turini studio fumetti

Quali sono i progetti a cui stai lavorando attualmente?

Sono al lavoro su Robotech, sto finendo adesso il numero 11, dopodiché farò una pausa sulla serie perché dopo 11 numeri di fila ne sento il bisogno. Nel contempo lavoro ad una serie ”Top Secret” di cui non posso dire niente se non che coinvolge il mondo dei Pink Floyd, ed infine sono molto concentrato sulla serie tv di E.v.a., tratta dalla mia graphic novel del 2006 prodotto dalla Five Fifty Five di Londra con il prestigioso studio The Mill (uno dei più grandi studi di Vfx al mondo, noto per i video dei Chemical Brothers) con la regia della bravissima Alice Rosso.

marco turini nello studio

Quali strumenti usi per disegnare?

Ecco, questa è una di quelle domande sulle quali potrei dedicare una giornata per rispondere…quindi cercherò di limitarmi… Sul digitale ho una Huion Kamvas con la quale disegno tutto il bianco e nero collegata ad un Lenovo Yoga ed ho anche un Pc fisso sul quale uso una XpPen 22 hd sul quale faccio prevalentemente le cose a colori.

Sull’analogico uso invece Carta Schoeller Hammer con vari tipi di pennelli e pennarelli, come brushes uso quelli da acquarello ricaricabili (ma che uso intingendoli nella china) e come pennarelli uso Uniball Eye e Pilot Hi Tech V5… ma, come dicevo, è solo una sintesi estrema di ciò che uso perché ho una varietà di strumenti davvero ampia.

Hai qualche abitudine prima di metterti a disegnare?

Cazzeggiare una mezzoretta su Internet mi aiuta a trovare la concentrazione.

marco turini nello studio

Ci sono libri o fumetti che devono essere a portata di mano mentre disegni?

Mentre disegno Robotech ovviamente ho sempre sotto mano la “Bibbia” del cartone animato (la guida con tutte le indicazioni), ma se la domanda si riferisce ad ispirazioni particolari no… certamente ci sono autori che mi piace andare a vedere per trovare ispirazione, primi fra tutti Claudio Villa e Bryan Hitch ma onestamente non li tengo a portata di mano, li ”cerco” quando ne sento il bisogno.

Hai un oggetto in studio a cui sei particolarmente affezionato?

La statua di Iron Man che mia moglie ha comprato a Londra quando siamo stati al Film Comicon e che ha portato durante il viaggio ben impacchettato per non farmi sapere cosa fosse prima di Natale… è una cosa enorme ed ha faticato per portarla in aereo senza che io scoprissi cosa fosse.

marco turini studio fumetti