Batman contro… il Dottor Destino?

dottor destino

Luogo comune particolarmente vero: la forza di Batman sono i suoi cattivi. Il personaggio è molto affascinante di suo, però, bisogna ammetterlo, senza la schiera di avversari che ha combattuto in quasi ottant’anni di carriera, non sarebbe stato nessuno. Il Joker in primis, ma anche Catwoman, il Pinguino, Due Facce, il Cappellaio Matto, l’Enigmista, il Dottor Destino…

Aspettate. Ma il Dottor Destino non è un nemico dei Fantastici Quattro? Creato da Stan Lee e Jack Kirby nello storico Fantastic Four #5 (1962), quando manda il quartetto indietro nel tempo all’epoca dei pirati e Ben Grimm diventa il leggendario Pirata Barbanera?

Ne ho letti di fumetti di supereroi. Sono abbastanza certo che il sovrano di Latveria non abbia mai affrontato Batman, nemmeno nei crossover più arditi. Eppure, secondo la sua pagina italiana di Wikipedia, Victor Von Doom sarebbe nato nel 1950, nel numero 158 di Detective Comics, ideato da Bob Kane come avversario di Batman. Mmmmm… Urge controllare!

Leggi anche: Perché Frank Underwood è il Dottor Destino delle serie tv

dottor destino wikipedia
La scheda di Wikipedia

In effetti Detective Comics #158 strilla in copertina «I mille e uno segreti della “Sala dei trofei” di Batman e Robin rivelati dal sinistro Dott. Destino!». Il supercattivo non compare in copertina. Solo una pistola a raggi, che minaccia di bucare il vetro della teca in cui è rinchiusa e, dietro di essa, i due eroi.

All’interno, una storia di dodici pagine firmata dal solo Bob Kane, ma scritta in realtà dal celebre scrittore di fantascienza Edmond Hamilton e inchiostrata da Charles Paris. Batman sta ammirando i trofei che custodisce nella Bat-caverna quando viene chiamato dal commissario Gordon al porto per assisterlo nell’arresto di un contrabbandiere di gioielli: il celebre Doctor Doom!

Sul molo, insieme al baffuto poliziotto, non troviamo però un cristone con la maschera di metallo che parla come un personaggio di Shakespeare, ma un vecchietto semi-pelato con una lunghissima sigaretta. È lui il temuto Dottor Destino. Ha nascosto dei preziosi in una statuetta della Sfinge. Il miglior detective del mondo lo scopre, e il malvivente si dà alla fuga in acqua.

dottor destino batman

Il criminale riesce poi a nascondersi nel sarcofago (!) che viene donato a Batman come ricompensa (!!!) e con esso portato nella Bat-caverna. Per vendicarsi del tentato arresto, Doom inizia a vandalizzare la Sala dei Trofei. Tira i dadi giganti e fa cadere il penny gigante. Spara un cannone da baleniere. Attiva il dinosauro robot che distrugge la scacchiera gigante. Infine, scoperto, lancia una granata (da cui il Pipistrello si protegge con una casetta in miniatura) e si ri-nasconde nel sarcofago. Pessima mossa: il Dinamico Duo può inchiodare il coperchio e consegnarlo alla giustizia.

Ammettiamolo, non è stata una storia troppo coinvolgente. Anche se questo Doctor Doom in fondo ci è stato simpatico, non ha il carisma della sua controparte Marvel. Forse per questo non è più tornato in storie successive di Batman, invece di diventare il suo arcinemico.

Per chiudere, un appello ai lettori: C’è qualcuno tra voi meno pigro di me che abbia voglia di mettere mano alla pagina di Wikipedia e correggere questa confusione? L’umanità tutta gliene sarà grata.


Si ringrazia Antonio Solinas per lo spunto offerto per questo articolo.