“Colore inferno”: l’arte durante la Prima Guerra Mondiale

Colore Inferno. Artisti spezzati dalla Grande Guerra: è il nuovo volume prodotto da Ifix di Maurizio Ceccato, dopo la serie di volumi di B Comics.

Colore Inferno B comics

Colore inferno, con il linguaggio delle immagini sequenziali parla e fantastica di alcuni artisti morti durante il primo conflitto mondiale: Umberto Boccioni, Antonio Sant’Elia, August Macke, Henri Gaudier-Brzeska, Louis Pergaud, Saki, Mata Hari, Luciano Serra, Franz Marc.

Il volume contiene nove storie dove Cecilia Valagussa e Ariel Macchi hanno fantasticato con la rappresentazione della guerra e di nove artisti che, per cause e ragioni diverse, hanno affrontato la Prima Guerra Mondiale, perdendo la vita. I racconti, graficamente dallo spiccato gusto pittorico, sono affascinanti episodi che si ispirano allo stile dei vari artisti di cui vengono raccontate le vicende di vita.

Spogliata del proprio segno, Valagussa indaga, in una ricerca sfrenata, al servizio di ognuno degli artisti rappresentati, come se essi stessi ne ricamassero le sfortunate e allegoriche vicende con il tratto e le tecniche pittoriche affini.
Il libro ha in coda una postfazione: “Fuori dal quadro” di Dionigi Mattia Gagliardi e un ricco backstage che fa luce sul making del libro.
Il volume è uscito in libreria l’11 novembre in coincidenza con il Centenario dall’Armistizio della fine della Prima Guerra Mondiale, e viene presentato il 24 novembre durante BilBOlbul 2018 presso la libreria Modoinfoshop.
Di seguito, in anteprima alcune tavole estratte dalle varie storie (in didascalia, l’artista a cui fanno riferimento).
Colore Inferno B comics
Umberto Boccioni

 

Colore Inferno B comics
Franz Marc

 

Colore Inferno B comics
August Macke

 

Colore Inferno B comics
Saki

 

Colore Inferno B comics
Antonio Sant’Elia

 

Colore Inferno B comics
Antonio Sant’Elia