News Il fumetto di Mark Millar e Simone Bianchi per Netflix

Il fumetto di Mark Millar e Simone Bianchi per Netflix

A febbraio 2019, Image Comics pubblicherà il primo numero di una nuova miniserie (in sei parti) scritta dallo sceneggiatore Mark Millar per conto di Netflix, che sarà disegnata dall’italiano Simone Bianchi (Wolverine: Evolution, Thor: Per Asgard).

sharkey millar bianchi fumetto netflix

La serie, intitolata Sharkey the Bounty Hunter, era già stato annunciata tra i primi nuovi fumetti di Millar pensati per diventare anche serie televisive. Sceneggiata da Michael Bacall (Scott Pilgrim vs. the World21 Jump Street), Sharkey esordirà infatti su Netflix nel 2020.

Questa la trama del fumetto, presentata da Image Comics:

Sullo sfondo di un originale universo fantascientifico, Sharkey è un cacciatore di taglie che rintraccia i criminali per tutta la galassia nel suo furgone per i gelati convertito e alimentato a razzi. Aiutato e supportato dal suo partner di dieci anni, è alle prese con la più grande caccia della sua carriera.

Di seguito, le variant cover dell’albo, illustrate da Frank Quitely e da un altro disegnatore italiano, Matteo Scalera.

Leggi anche: “Prodigy”, il nuovo fumetto di Mark Millar per Netflix

sharkey millar bianchi fumetto netflix

 

sharkey millar bianchi fumetto netflix

Leggi anche: Mark Millar, il pallonaro dei fumetti

Seguici sui social

55,989FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
19,721FollowerSegui

Ultimi articoli

sissi diabolo

5 fumetti scelti e commentati da Eleonora Antonioni

Per la nostra rubrica Lo scaffale di…, abbiamo chiesto a Eleonora Antonioni di scegliere e commentare 5 fumetti dalle sue letture più recenti.

I poster del cinema e della tv secondo Francesco Francavilla

Francavilla è un fumettista e illustratore italiano che risiede nel nordamerica. Realizza spesso illustrazioni ispirate al cinema e alle serie televisive.
skreemer fumetto

Sunday Page: Peter Milligan su “Skreemer”

Per la rubrica Sunday Page, questa settimana ospitiamo il fumettista Peter Milligan, che discute una tavola di "Skreemer" di Steve Dillon e Brett Ewins.