Le prime pagine di Black Hammer vol. 2, di Jeff Lemire e Dean Ormston, in fumetteria, libreria e online dal 18 gennaio per Bao Publishing.

Leggi anche: “Black Hammer”: decostruire il supereroe nell’America rurale

black hammer 2 jeff lemire bao

 

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

black hammer 2 jeff lemire bao

Dal comunicato dell’editore:

Lucy, la figlia di Black Hammer, è arrivata alla fattoria e scopre che il padre non c’è più. Gli altri ex-eroi non hanno molte risposte per le sue domande, ma le dicono quello che sanno, quello che possono. Solo che c’è qualcuno tra loro che forse non vuole andarsene da lì, da quel limbo bucolico superficialmente realistico, ma in realtà costruito perché chi vi capita non si faccia troppe domande. Jeff Lemire e Dean Ormston confezionano un secono atto magistrale, che soddisfa ma lascia una profonda voglia di saperne di più.