Le prime pagine di Diario italiano vol. 2, di David B., in fumetteria, libreria e online dal 1 giugno 2018 per Coconino Press.

 

david b diario italiano coconino press graphic novel

david b diario italiano coconino press graphic novel

david b diario italiano coconino press graphic novel

david b diario italiano coconino press graphic novel

david b diario italiano coconino press graphic novel

david b diario italiano coconino press graphic novel

david b diario italiano coconino press graphic novel

david b diario italiano coconino press graphic novel

david b diario italiano coconino press graphic novel

david b diario italiano coconino press graphic novel

david b diario italiano coconino press graphic novel

 

Dal comunicato stampa dell’editore:

Le vie delle città asiatiche sono popolate di fantasmi a volte paurosi, a volte dispettosi, più spesso intriganti, erotici e seducenti. Ma quando David B. interroga le persone che incontra lungo il cammino, scopre che l’argomento è tabù e le bocche restano cucite. Lo scopo del suo viaggio in Oriente diventa allora sollevare il velo di mistero su storie e tradizioni, tra Hong Kong e Osaka, tra episodi di cronaca nera e leggende del folklore locale.

A colpire l’immaginazione dell’autore sono le strane, ricorrenti apparizioni di esseri perturbanti, in un Giappone dove la modernità convive con le storie di spiriti, Tengu, Yokai e delle più diverse divinità. Ma nel diario di David B. trovano spazio anche sarcastiche annotazioni sul consumismo esasperato della società giapponese e sul suo specchio rovesciato, gli homeless che vivono in baracche di cartone, anche loro invisibili “fantasmi” rimossi ai margini dalla comunità. Di città in città, tra incontri casuali, divagazioni oniriche e inattese scoperte, il maestro del fumetto francese regala al lettore attraverso il suo diario disegnato le confessioni che ha raccolto. Come fece più di un secolo fa Lafcadio Hearn col suo celebre Ombre giapponesi, David B. ci restituisce con un intenso e partecipato reportage il ritratto, la bellezza, le contraddizioni di un Paese che continua ad apparire ai nostri occhi occidentali tanto affascinante quanto insondabile e misterioso.