Grazie alla collaborazione tra BilBolBul e Bologna Jazz Festival (che si svolge tra ottobre e novembre 2017), Lorenzo Mattotti (Ghirlanda, Fuochi, Oltremai)ha realizzato per l’occasione alcuni potenti “ritratti” di musicisti, già circolanti sugli “Autobus del Jazz” del capoluogo emiliano e che presto arrederanno la città attraverso poster affissi nelle bacheche delle vie del centro.

Sono a sua firma infatti una serie di disegni inediti che Mattotti ha creato specificatamente per i concerti principali del Festival, visibili negli Autobus del Jazz che stanno già percorrendo la città in un’inedita galleria su quattro ruote: si tratta di ritratti di artisti fortemente espressionistici, che Mattotti restituisce nel gesto e nella fisicità violenta dell’atto improvvisativo. Il risultato sono creature ancestrali, ritratte nella torsione di chi sprigiona un suono che sembra provenire dalle viscere della terra.

A partire dai primi di ottobre gli stessi “ritratti” saranno affissi nelle bacheche del centro cittadino grazie alla collaborazione con Cheap, il festival dedicato alla street poster art, diventando così parte integrante dell’arredo urbano.