Al Treviso Comic Book festival (21 – 24 settembre) la mostra principale di quest’anno sarà dedicata ai paesi baltici. Intitolata Koomiks, Komiksi, Komiksai, presenterà un’ampia selezione di autori, a cura di Emanuele Rosso con la collaborazione di kuš.

Ecco una carrellata di alcune opere esposte (una per autore).

Dal comunicato stampa:

Quest’anno la grande mostra antologica dedicata al fumetto di un’altra nazione triplica: sono infatti i paesi baltici (Estonia, Lettonia e Lituania) a essere ospiti del Treviso Comic Book Festival. È stato selezionato il lavoro di diciotto autori provenienti da una parte d’Europa dove il fumetto non ha grande tradizione, ma in cui a partire dal nuovo millennio si è sviluppata un’importante scena indipendente, grazie al lavoro di realtà culturali come kuš!, Kitokia Grafika e la Estonian Comics Society, che dialoga e interagisce con autori e collettivi da tutto il mondo, in una rete transnazionale che potremmo racchiudere sotto la definizione di “art comics”.

In mostra troverete tavole a fumetti (questo è certo), ma anche molto altro, visto che il lavoro di questi giovani artisti spazia spesso tra più linguaggi: sculture, installazioni, animazioni, dipinti…

Gli autori in mostra sono: Līva Kandevica, Zane Zlemeša, Mārtiņš Zutis, Oskars Pavlovskis, Anna Vaivare, Ingrīda Pičukāne, Alise Gluškova, Anete Melece, Joonas Sildre, Elina Sildre, Veiko Tammjarv, Marko Mäetamm, Ann Pajuväli, Akvilė Magicdust, Titas Antanas Vilkaitis, Lina Itagaki, Miglė Anušauskaitė, Asta Did.