Le prime pagine di Maggy Garrisson, di Lewis Trondheim e Stéphane Oiry, in fumetteria e libreria dal 7 settembre per Coconino Press.

 

 

Dal comunicato stampa dell’editore:

Un giallo atipico e ironico, nella migliore tradizione del polar francese ma di ambientazione inglese. Un’improvvisata detective privata in cerca di soldi (e di guai) si muove tra Londra e Brighton, sullo sfondo di un’Inghilterra segnata dalla crisi, popolata di disoccupati e balordi. L’ultima saga a fumetti scritta da Lewis Trondheim, tra i più acclamati autori della “bande dessinée” contemporanea, e accompagnata dagli eleganti disegni e dai colori notturni di Stéphane Oiry.

Maggy Garrisson non è esattamente una femme fatale. Però è una ragazza sveglia, curiosa, con uno spiccato talento per le indagini e un gran bisogno di soldi. Così, quando trova lavoro come segretaria di uno scalcinato detective privato, proprio non ce la fa a limitarsi alle scartoffie. E un caso dopo l’altro, seguendo tracce che scottano, si ritrova in un mare di guai. Un giallo atipico, lieve e ironico, con una protagonista forte e fragile insieme. In una Londra livida di pioggia e segnata dalla crisi economica, popolata di disoccupati e pericolosi balordi, Maggy indaga su vari casi, in un crescendo che va dalla scomparsa di un canarino a furti in appartamento, traffici e riciclaggio di denaro sporco della malavita locale, fino all’omicidio. Intorno a lei un coro di personaggi indimenticabili, con le loro luci e ombre: nel mondo di Maggy le apparenze ingannano, nessuno è ciò che sembra, ognuno cerca di cavarsela come può.