Le prime 10 pagine di Neve rossa, di Susumu Katsumata, in fumetteria, libreria e online dal 29 marzo 2018 per Coconino Press.

 

Susumu Katsumata neve rossa manga coconino

 

Susumu Katsumata neve rossa manga coconino

 

Susumu Katsumata neve rossa manga coconino

 

Susumu Katsumata neve rossa manga coconino

 

Susumu Katsumata neve rossa manga coconino

 

Susumu Katsumata neve rossa manga coconino

 

Susumu Katsumata neve rossa manga coconino

 

Susumu Katsumata neve rossa manga coconino

 

Susumu Katsumata neve rossa manga coconino

 

Susumu Katsumata neve rossa manga coconino

 

Susumu Katsumata neve rossa manga coconino

 

Dal comunicato dell’editore:

Il Giappone rurale dei primi decenni del secolo scorso fa da scenario a dieci racconti realizzati da una delle voci più appassionate del manga moderno. Neve rossa, vincitore del prestigioso Premio dell’Associazione dei fumettisti giapponesi nel 2006, racconta un mondo perduto, lontano nel tempo ma ancora incredibilmente suggestivo. Katsumata narra le stagioni difficili e il duro lavoro di contadini e artigiani per strappare alla terra il necessario per vivere.

In queste storie compaiono bande di ragazzi in lotta, donne forti e volitive ma spesso vittime di violenze e soprusi, monaci buddisti in bilico tra spiritualità e tentazioni erotiche. In un quadro dipinto con crudo realismo, non mancano però creature leggendarie e sovrannaturali come i Kappa, sorta di spiriti anfibi che abitano i corsi d’acqua. Ai toni aspri, in questi racconti, si accompagnano momenti più lievi e pennellate umoristiche. Neve rossa è una gemma poetica e delicata. Una finestra sull’essenza più profonda del Giappone, sulla sua storia e sulle sue tradizioni prima della Seconda guerra mondiale. Il libro è completato da una postfazione dello studioso Paolo La Marca.

Susumu Katsumata (1943-2007) ha esordito nel 1965 a ventitré anni, pubblicando strisce umoristiche sulle pagine della leggendaria rivista giapponese Garo, dove i suoi lavori sono apparsi a fianco di quelli di maestri del Gekiga come Yoshihiro Tatsumi e Yoshiharu Tsuge. Dopo aver abbandonato definitivamente gli studi alla facoltà universitaria di Scienze di Tokyo, nel 1971, Katsumata si è dedicato completamente al fumetto, alternando alle strisce degli esordi anche suggestivi racconti incentrati sulle comunità rurali in cui era cresciuto e storie di protesta contro il nucleare. Nel 2006, con l’antologia Neve rossa, ha vinto il 35° Premio dell’Associazione dei mangaka giapponesi, riconoscimento di valore assoluto.