A poca distanza di tempo dal primo volume, esce per Taschen il secondo Robert Crumb. Sketchbook. Nelle sue 444 pagine, il tomo combina i due volumi centrali dell’edizione limitata 1964-1982 (quella deluxe, che costava 750€), prodotti direttamente a partire dalle opere originali – oggi proprietà di un appassionato collezionista francese. Tra le centinaia di schizzi contenuti nel libro si trovano bozze di copertine degli albi Zap e Head, i primi ritratti della moglie Aline, e i personaggi Flakey Foont e Mr. Natural, e soprattutto un sacco di ragazze formose e dal sedere prominente (una vera passione per Crumb, come mostra bene il volume Sex Obsessions).

Se nel primo volume si conosceva un Crumb in cerca della sua voce (QUI la nostra recensione con qualche immagine), che si guarda attorno, disegnando dal vero figure umane e scenari urbani, qui il suo approccio agli schizzi inizia a indirizzarsi prettamente verso il fumetto. Moltissime sono le pagine con brevi fumetti o in cui semplicemente gli schizzi hanno testi e balloon. Del resto si ha di fronte lo specchio di quegli anni a cavallo tra Sessanta e Settanta, in cui Crumb avviò la sua carriera nel mondo del fumetto, animando il movimento underground.