Le prime quattro pagine in anteprima dalla da Big Man, uno degli undici racconti a fumetti contenuti in Storie di David Mazzucchelli, il volume antologico in uscita oggi 25 maggio per Coconino Press.

Dal comunicato stampa dell’editore:

Undici racconti brevi che precedono Asterios Polyp, pietra miliare del fumetto contemporaneo, e ne anticipano i temi: il mito, l’America profonda e rurale, la ricerca di identità e ordine nel caos della vita. Dai supereroi dei comic books al grande romanzo americano. Un cammino d’autore che ha portato David Mazzucchelli ad essere paragonato alla forza espressiva di scrittori come William Faulkner, Thomas Pynchon e Richard Ford.

Dopo aver reinventato con Frank Miller due eroi classici del fumetto come Devil e Batman, David Mazzucchelli realizza all’inizio degli anni Novanta una manciata di folgoranti racconti pubblicati prevalentemente sulla rivista autoprodotta Rubber Blanket. Brevi storie in cui comincia a sperimentare nuovi stili, tecniche di stampa, sentieri narrativi. La sua arte reinterpreta maestri statunitensi come Chester Gould, Alex Toth, Jack Kirby, volgendo lo sguardo alle culture orientali e alla sintesi dei manga giapponesi. I temi evocano il grande romanzo americano, da Faulkner a Pynchon, fino alla parodia del genere noir. Mazzucchelli riscrive miti e tradizioni, crea nuove mappe, spinge il linguaggio del fumetto in territori inesplorati.

In Big Man, un gigante dall’origine sconosciuta arriva in una comunità rurale, suscitando paure ancestrali e i fantasmi di una violenza destinata inevitabilmente a esplodere. In Discovering America, invece, il giovane Chris è alle prese con la sua ossessione per le mappe, unico modo che conosce per dare una parvenza di ordine al caos del mondo, finché una ragazza irrompe nella sua vita… Si trovano qui, negli undici racconti riuniti per la prima volta in questa antologia, le sorgenti di un percorso via via più impetuoso che sfocerà nel capolavoro Asterios Polyp.