Tavola smeraldina. Frammenti delle relazioni del Golem Taddeo di Claudio Romo è un libro illustrato dal gusto visionario e mistico, che unisce influenze pop e ricercate, che vanno da Mark Ryden a Luigi Serafini.

Il libro, uscito per Logos Edizioni, arriva dopo vari altri lavori dell’autore cileno già usciti in Italia, come Nueva carneIl libro della flora imprudenteViaggio nel fantasmagorico giardino di Apparitio Albinus.

Dal comunicato stampa dell’editore:

Dopo le devastanti guerre contro le macchine, l’umanità stremata concepì il progetto della Tavola Smeraldina per ritrovare la sua posizione centrale nel cosmo e giungere a decifrare la trama del Tutto. Proprio a questo scopo fu creata la stirpe dei golem, umanoidi immortali plasmati con l’argilla che da tempo immemorabile perlustrano e documentano l’universo, dando forma con la loro conoscenza al testo della tavola. Tra i più illustri esponenti della sua razza, Taddeo il Guercio ci ha lasciato un ricco corpus di testimonianze delle sue peregrinazioni nelle immense vastità punteggiate di stelle, di cui questo volume propone una selezione corredata di analisi filologiche e commenti esplicativi. Attraverso gli occhi e le orecchie del golem, anche noi possiamo quindi viaggiare tra nebulose che celano condotti spazio-temporali, lune che generano e poi ingurgitano creature straordinarie, pianeti dove sgorga il soma che allunga la vita e resti di un fallito progetto di inseminazione panspermica. Intraprenderemo così un percorso di iniziazione ai misteri arcani dell’universo, inseguendo la nostra fascinazione per l’ignoto e la volontà di diventare Uno con il Tutto, ben consapevoli che la nostra massima realizzazione segnerà anche la nostra fine.