Focus 12 copertine (bizzarre) del Piccolo Ranger

12 copertine (bizzarre) del Piccolo Ranger

piccolo ranger 47

Non sarà una delle serie imprescindibili nella storia del fumetto italiano, ma Il Piccolo Ranger rimane tra le cose più curiose prodotte dalla factory bonelliana. Pensata da Andrea Lavezzolo per essere un feuilleton adolescenziale in salsa western, alla morte del suo creatore la testata ebbe una brusca svolta verso l’avventura a tinte forti sotto la gestione di Decio Canzio, fino a lambire – incredibilmente, per l’epoca – i territori dell’horror.

Scritta spesso velocemente e alla meglio, la serie non si è certo distinta per la qualità del disegno. In compenso le copertine, inizialmente dipinte da Franco Donatelli e – occasionalmente – da Bruno Faganello, sono ancora oggi fonte di curiosità, se non proprio di ammirazione, per gli accostamenti cromatici bizzarri e per la scelta, alquanto paradossale (almeno ai giorni nostri) di fare spesso a meno del protagonista.

Vai alla Gallery

Articolo precedenteLo scaffale di Igort
Articolo successivoBuongiorno, Fumetto

Seguici sui social

52,866FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,869FollowerSegui

Ultimi articoli

Braccio di Ferro segar

Sunday Page: Alessandro Lise su Braccio di Ferro

Per la rubrica Sunday Page, questa settimana ospitiamo il fumettista Alessandro Lise che discute una tavola dal Braccio di Ferro di Segar.
Leiji Matsumoto lucca comics 2018

Leiji Matsumoto ricoverato in ospedale a Torino, è in rianimazione

Leiji Matsumoto, noto per essere il creatore di Capitan Harlock, è stato ricoverato per un malore all'ospedale Molinette di Torino.
takei they called us enemy

I 5 migliori fumetti del 2019 secondo Publishers Weekly

Publishers Weekly ha stilato sul sito online la propria lista dei 5 migliori fumetti distribuiti negli Stati Uniti nel 2019.