Focus 12 copertine (bizzarre) del Piccolo Ranger

12 copertine (bizzarre) del Piccolo Ranger

piccolo ranger 47

Non sarà una delle serie imprescindibili nella storia del fumetto italiano, ma Il Piccolo Ranger rimane tra le cose più curiose prodotte dalla factory bonelliana. Pensata da Andrea Lavezzolo per essere un feuilleton adolescenziale in salsa western, alla morte del suo creatore la testata ebbe una brusca svolta verso l’avventura a tinte forti sotto la gestione di Decio Canzio, fino a lambire – incredibilmente, per l’epoca – i territori dell’horror.

Scritta spesso velocemente e alla meglio, la serie non si è certo distinta per la qualità del disegno. In compenso le copertine, inizialmente dipinte da Franco Donatelli e – occasionalmente – da Bruno Faganello, sono ancora oggi fonte di curiosità, se non proprio di ammirazione, per gli accostamenti cromatici bizzarri e per la scelta, alquanto paradossale (almeno ai giorni nostri) di fare spesso a meno del protagonista.

Vai alla Gallery

Articolo precedenteLo scaffale di Igort
Articolo successivoBuongiorno, Fumetto

Seguici sui social

51,027FansMi piace
1,630FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,203FollowerSegui

Ultimi articoli

I supereroi americani in dipinti cinesi

L’illustratore cinese Jacky Tsai è autore di illustrazioni nella quali immagina i supereroi americani all’interno di dipinti tradizionali cinesi.

Le locandine immaginarie di “Millennium Actress” di Satoshi Kon

"Millennium Actress" raccontava di una attrice protagonista di film (immaginari) di cui Satoshi Kon aveva realizzato delle splendide locandine.
liefeld nuovo team

Rob Liefeld è al lavoro su un nuovo team di supereroi

Alcuni giorni fa Rob Liefeld ha postato su Instagram un paio di disegni che rappresentano un nuovo eroe e un gruppo di tre personaggi in costume.