Ma dai?

– Sì, sì, Cajelli, come le pare, ma rimane il fatto che la Gianni Colt Editore dovrebbe cambiare la sua politica editoriale.

– In che senso?

– Fare altre cose, puntare su strade diverse…

– Tipo?

– Abbandonare il concetto di serialità e provare con volumi singoli autoconclusivi.

– Lo fanno, con la collana: Ti Racconto.

– Ma dai?

– Già. Sono in edicola ogni mese, con una storia inedita e una coppia di autori diversi di numero in numero.

– Ma dai?

– Già.

– Comunque avete un grossissimo gap da superare, soprattutto nei confronti delle altre case editrici…

– Quale?

– Il colore. Il vostro tradizionale bianco e nero è superato.

– Gli Adottati, la nuova serie di Adalberto Eteroni è tutta a colori.

– Ma dai?

– Già.

– Sì, comunque, non potete pretendere di andare avanti all’infinito con le vostre serie. Un personaggio come Senior Forse non può durare in eterno.

– Infatti Senior Forse ha chiuso anni fa.

– Ma dai?

– Già.

– Ora mi scusi, caro Cajelli, devo andare! Ho lasciato il ghiaccio nel forno.

[DISCLAIMER: The names were changed to protect the innocent; fatti riportati da testimoni diretti]