Rat-Man n.100: l’omaggio degli autori

Silvia Ziche

Ho visto il Rat-Man negli anni novanta. Mi ha sempre divertito, anche se confesso di non averlo seguito con costanza. Mi piace l’umorismo scorretto e spiazzante di Leo Ortolani. Spesso mi ritrovo a pensare: questa avrei voluto scriverla io! A volte anche: questa avrei voluto avere il coraggio di scriverla io! Di recente mi è piaciuto tantissimo Ratolik, la parodia di Diabolik. Un delirio! Inseguimenti in barca su un prato, perché “non la usiamo mai!”. Tempo fa avevo riso parecchio con 299+1, la parodia di 300. Tavole bellissime, tra l’altro. Ovviamente mi auguro che, una volta toltosi dalla testa definitivamente l’insano proposito di finirla con il numero 100, Leo si tolga anche l’eventuale insano proposito dì finirla con il 200, il 300, il 400, il 500… Insomma, auguro a Leo e a tutti noi di ritrovarci il Rat-Man tra i piedi ancora per qualche migliaio di anni. Come minimo.