15 fumetti americani (e mainstream) ‘femministi’

Maxx

The Maxx, di Sam Kieth (Wildstorm)

The Maxx, fumetto di culto paradossalmente nato nella Image degli anni Novanta, è incentrato su Julie Winters, assistente sociale che rifiuta di farsi definire femminista, ma che con le proprie azioni propone un modello positivo per le donne. Sebbene il comportamento di Julie sia figlio di un abuso sessuale Kieth non usa mai lo stupro per definire il personaggio, che affronta il dolore ritraendosi in un mondo di fantasia in cui è una regina della giungla sicura di sé.