News Anteprime ‘Moonhead and the Music Machine’, il nuovo libro Nobrow

‘Moonhead and the Music Machine’, il nuovo libro Nobrow [Anteprima]

Moonhead and the Music Machine, una delle ultime pubblicazioni dell’editore londinese Nobrow, racconta la storia di un ragazzino che ha la testa a forma di luna. Ovviamente, andare in giro con una testa del genere non gli rende la vita affatto facile, soggetto com’è alle prese in giro degli amici. Tuttavia, dopo essere rimasto affascinato dalla collezione di dischi dei genitori, il protagonista troverà la sua rivincita nella musica, creando un formidabile – e avanguardistico – strumento musicale.

Il volume, dalle immagini accattivanti e di elevata cura grafica e cartotecnica, tipica delle produzioni Nobrow (lo stesso editore della serie Hilda di Luke Pearson), è stato presentato in occasione del recente festival londinese ELCAF, dove ci è parso tra le novità più interessanti presenti fra gli stand. In Moonhead and the Music Machine, l’autore, Andrew Rae, riesce a elaborare una originale variante sui temi dell’emarginazione giovanile, della “rivincita del nerd”, e della fuga/riscatto nelle passioni (come in questo caso la musica).

Nella selezione di tavole che segue, troverete un buon esempio dello stile asciutto ed efficace con cui Rae racconta la storia di Joey Moonhead.

Seguici sui social

52,272FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,697FollowerSegui

Ultimi articoli

Lucca Comics omaggia Stan Lee

Per ricordare Stan Lee, durante Lucca Comics & Games 2019 si terrà una conferenza commemorativa presso il Teatro del Giglio.
lucca comics games manifesto 2019 barbara baldi

Gli eventi più interessanti a Lucca Comics & Games 2019

Una guida ragionata agli oltre duecento eventi dedicati al fumetto che fanno parte del programma di Lucca Comics & Games 2019.
quei due faraci ziche bonelli

Un’anteprima di “Quei due”, il fumetto di Faraci e Ziche per Bonelli

Sergio Bonelli Editore ha mostrato alcune pagine in anteprima da Quei due, una commedia a fumetti sceneggiata da Tito Faraci per i disegni di Silvia Ziche.