Disney Sei storie Disney sul calcio (e i mondiali)

Sei storie Disney sul calcio (e i mondiali)

Con l’Italia e la Terra intera intente a guardare i Mondiali di Calcio, non potevamo che parlarne alla nostra maniera, scegliendo una manciata di avventure che raccontano questo sport nei suoi molteplici (e a volte controversi) aspetti, e con dei protagonisti d’eccezione: gli eroi Disney.

Abbiamo quindi scelto 6 tematiche legate al mondo del pallone e abbiamo provato a spiegarle tramite 6 storie di Topolino e Paperino:

1 – (Fanta) storia del calcio

paperino ai mondiali
Le nebbiose brughiere scozzesi, culla del calcio secondo Romano Scarpa

Paperino ai Mondiali di calcio (1974) – Testi e disegni di Romano Scarpa

Le origini del calcio si possono far risalire alla Cina, al Giappone, all’antica Roma, alla Firenze dei Medici, all’Inghilterra ottocentesca.. Altrettanto valida è la teoria dell’insigne studioso Romano Scarpa, che colloca la genesi del football tra le nebbiose brughiere scozzesi, dove due clan in lotta (capitanati ovviamente da avi di Paperone e Rockerduck) e un gruppetto di simpatiche arpie (oltre a parecchie zucche indigeste) portano alla creazione del calcio.

La vicenda però è solo all’inizio: la fanta-storia del calcio è in realtà un film prodotto da Zio Paperone per riuscire ad accaparrarsi i diritti di trasmissione televisiva dei Mondiali di Germania ’74, soffiandoli ovviamente a Rockerduck. Il papero in bombetta rilancia offrendo un campione di calcio del remoto Yodlerstein, ma dietro alla misconosciuta promessa del calcio si nasconde un complotto..

La trama è vagamente confusionaria, ma le trovate della vicenda, dal gioco delle zucche a Paperino fantozzianamente degradato a satellite televisivo nel finale, sono di quelle che non si dimenticano.

2 – (Vera) storia del calcio

mundial story
L’incontro tra due leggende: Topolino e Pelé

Mundial Story (1986) – Testi di Massimo Marconi, disegni di Marco Rota

Quella di cui stiamo per parlare è un’avventura un po’ atipica: i protagonisti sono Topolino e Pippo, ma non ci sono misteri da svelare, Gambadilegno non rapina nulla e Macchia Nera non minaccia il mondo.

I due topolinesi sono questa volta impiegati rispettivamente come presentatore e cameraman di un programma tv che si propone di ricostruire la storia dei Mondiali di calcio.

Purtroppo i filmati d’archivio non sono disponibili su carta, ma vengono egregiamente sostituiti dai disegni di Marco Rota, attentissimo a cercare di rendere al meglio i volti, le reti e i momenti più emozionanti di cinquanta e più anni di campionati del mondo.

L’intento quasi didattico della storia si nota anche nel modo in cui i grandi campioni del passato, da Schiaffino a Pelé, vengono disegnati: non con becchi o tartufi, ma come se fossimo nella Cartoonia di Roger Rabbit, dove i cartoni sono versatili professionisti dell’intrattenimento, che coesistono senza problemi con uomini e donne reali, e possono addirittura diventare presentatori tv.

3 – Il fenomeno ultras

tifoso criminoso
Paperinik risolve il mistero (e scusate per lo spoiler!)

Paperinik e il tifoso criminoso (1989) – Testi di Giorgio Pezzin, disegni di Guido Scala

La piaga della violenza negli stadi non risparmia nemmeno Paperopoli. Per fortuna (siamo pur sempre nel mondo Disney), la colpa è interamente di una mela marcia, il cui criminale comportamento rischia di compromettere il futuro della squadra del Paperopoli, oltre all’umore del suo accanito tifoso Paperino, che per fortuna può chiamare in soccorso l’amico Paperinik.

Come spesso accade nelle storie scritte da Giorgio Pezzin, lo spunto reale (gli ultras) viene deformato ed esagerato in chiave comica, mentre Paperinik viene chiamato a ripristinare lo status quo: una ricetta analoga a quella di altre avventure del papero mascherato del periodo, variamente in lotta contro le diete dimagranti o l’inquinamento delle città.

4 – Calciomercato

supercampionato
L’entrata in scena di Paco, presunto fenomeno

Zio Paperone e il supercampionato (1990) – Testi di Giorgio Pezzin, disegni di Luciano Gatto

È un classico: ti aspetti di vedere la squadra del cuore finalmente pronta a vincere il campionato o la Champions League con l’acquisto di mirabolanti campioni appena arrivati dai paesi più improbabili, e invece i presunti fenomeni si rivelano essere inqualificabili brocchi, indegni persino di una partita scapoli -ammogliati.

La situazione si ripete pari pari anche a Paperopoli, dove Paperone ottiene come pagamento per un affare una squadra di calcio, che battezza Jupaper. E dove recuperare i campioni con cui rimpinguare le file della squadra? Ma a Milano, naturalmente! Preso dall’entusiasmo, il vecchio cilindro abbandona la sua proverbiale parsimonia per acquistare a destra e a manca, per poi trasferire la squadra in un costosissimo resort.

Le intenzioni di Paperone attirano anche Rockerduck, con la sua Rockerlan, boicottando poi la squadra del rivale spingendolo all’acquisto dello scarpone Paco, El niño de piombo.

Coperti da piume e ghette, è facile intravedere le follie dei presidenti dei club nostrani, pronti a rischiare la bancarotta per il trionfo della propria squadra: un fenomeno in ascesa all’epoca della storia, e puntualmente canzonato su Topolino.

5 – Allenamenti e preparazione atletica

allenatori superallenati
I geniali schemi di Paperino & Paperoga. Manca solo la bizona!

Paperino & Paperoga allenatori… super allenati (1994) – Testi di Rudy Salvagnini, disegni di Giorgio Cavazzano

Paperino e Paperoga come Lino Banfi. Eh sì, leggendo questa spassosa storia non potrete che pensare al grande coach Oronzo Canà e al film L’allenatore nel pallone.

Lo spunto iniziale è simile: Paperone vorrebbe far chiudere la squadra dei Fireballs, appena acquistata, per poter convertire lo stadio in un lucroso centro commerciale. La squadra però dovrebbe riuscire a non vincere nemmeno un partita. Un’impresa quasi impossibile, tranne che per i due allenatori più improbabili (e molto probabilmente meno retribuiti) della storia del calcio: Paperino e Paperoga. Le tecniche dei due non si limitano solo a corse e partitelle, ma, in accordo con le più moderne teorie del campo da gioco, si spingono fino all’alimentazione (pane e lardo, pasto completo e bilanciato), alla corsa nel fango e alla palla di piombo in allenamento, con tante grazie a Mark Lenders…

Nonostante gli sforzi, la squadra riesce comunque a vincere, vanificando gli sforzi dello zione e facendo comunque imbestialire gli atleti, ugualmente impegnati a inseguire i due malcapitati Special One.

6 – Bar Sport

mistero del mundial
La splash d’apertura della storia: da notare l’eleganza di Zapotec vestito da arbitro…

Topolino e il mistero del “Mundial” (1986) – Testi di Massimo Marconi, disegni di Massimo De Vita

La macchina del tempo, la grande invenzione del professor Marlin, non deve necessariamente servire per risolvere enigmi in epoche remote. Lo dimostra quest’avventura, in cui lo scienziato e il collega Zapotec dimostrano uno smisurato amore per il calcio e la tendenza, comune a tanti tifosi, a discutere per ore di dettagli insignificanti per i non adepti. L’oggetto del contendere, questa volta, sono i famosi ultimi sei minuti di partita giocati da Gianni Rivera, nella finalissima di Città del Messico dei Mondiali del 1970. Perché il citì Valcareggi aspettò così tanto a far entrare l’Abatino? Per dirimere la questione Topolino e Pippo finiscono nella capitale messicana, ma il giorno della finale dei Mondiali di Messico ’86. Seguire la partita e saperne il risultato in anticipo o andarsene per non rovinarsi la sorpresa?

Al dilemma sono chiamati a rispondere tre sceneggiatori d’eccezione, tutti e tre in qualche modo legati all’allora freschissimo trionfo dei Mondiali di Spagna ’82, con tre differenti versioni del finale: l’attaccante dell’Inter e della Nazionale tedesca Karl-Heinz Rummenigge, l’ex Presidente della Repubblica Sandro Pertini ( in tribuna durante la finalissima con il suo storico “Non ci prendono più!!”) e il commissario tecnico Enzo Bearzot.

Seguici sui social

53,347FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,964FollowerSegui

Ultimi articoli

20th century boys manga

“20th Century Boys”, i ragazzi che salvarono il mondo

Nel 1999 esordiva in Giappone "20th Century Boys" di Naoki Urasawa, un manga che unisce thriller e sci-fi, tra momenti drammatici e altri più divertenti.
x-ray robot michael allred

“X-Ray Robot”, il nuovo fumetto di Michael e Laura Allred

A marzo esordirà negli Stati Uniti "X-Ray Robot", una nuova serie di Michael e Laura Allred ambientata nello stesso universo narrativo di Madman.
watchmen episodio 8 hbo

Tutto quello che vi siete persi dell’ottavo episodio di Watchmen

Riassunto, annotazioni, riferimenti, influenze e particolari dell'episodio 8 della serie tv Watchmen di HBO, ispirata al fumetto di DC Comics.