10 cose su Neil Gaiman che ancora non sapete

Il mese scorso è stata pubblicata la biografia autorizzata di Neil Gaiman scritta da Hayley Campbell, The Art of Neil Gaiman. Ora l’autrice ha pubblicato un articolo su l’Huffington Post in cui ha elencato 10 cose su Gaiman che ha scoperto durante la lavorazione del libro e che non tutti sanno.

Leggi anche: le 8 regole della scrittura, secondo Neil Gaiman

1. Quando Neil aveva 16 anni, scrisse e disegnò dei fumetti. In particolar modo, cercava di raccontare le storie dei romanzi fantascientifici/fantasy di Michael Moorcock in 27 vignette. Si imbarazza, se li pubblichi su Internet.

gaiman_jerrycornelius

2. Nel 1976, lui e i suoi amici realizzarono una fanzine chiamata Metro e intervistarono Moorcock. Neil ancora ricorda l’espressione di quest’ultimo quando aprì la porta a due quindicenni che non furono abbastanza svegli da togliersi prima le uniformi scolastiche.

3. Alla sua band punk, gli Ex-Execs venne offerta la possibilità di registrare dei brani, ma si trattava di una fregatura. Una volta cercò di decolorarsi i capelli per sembrare Billy Idol. Non fu un’idea così brillante (tra l’altro, i capelli di Neil che vedete in pubblico sono addomesticati: se state un po’ con lui per intervistarlo per un libro, potete vedere che aspetto folle hanno durante la colazione).

gaiman_young

4. In una scatola nel suo attico, c’è un intero romanzo inedito, scritto intorno ai 21 anni. Dice che solo una pagina sembra sua, ed è l’unica pagina che ha reso pubblica. Quindi dovremo prenderlo in parola.

5. È un grande cuoco. Se siete in casa di Neil Gaiman, chiedetegli di prepararvi una torta di mele. Non bisognerà insistere.

6. Come giornalista, Neil ha intervistato Divine di Fenicotteri Rosa, la star dei Monty Python Terry Jones e Richard O’Brien di The Rocky Horror Picture Show. Ed era solo un anonimo giornalista freelance: non appariva nemmeno nelle foto. Per i curiosi: potete trovare queste interviste insieme alle riviste porno nei magazzini dei negozi vintage dall’odore strano.

gaiman_interview

7. Gran parte dei rapporti professionali dei primi anni Novanta erano tenuti via fax. Nel suo attico, ci sono intere vasche di fax tra Neil e Jill Thompson (fumetti fatti a tarda notte), Neil e Dave McKean (lezioni d’arte) e Neil e Steve Bissette (conigli… e nessuno ricorda perché).

8. Quando girarono l’America per l’uscita di Mr. Punch, Neil e Dave McKean tennero un diario in cui Neil era Hunter S. Thompson e Dave Ralph Steadman. Si parlava soprattutto di pessimi ristoranti cinesi e di come Neil mangia le ciambelle.

9. Non si può davvero comprendere quanto Neil abbia viaggiato finché si scopre quante delle sue note per i libri, sceneggiature e fumetti siano scritte su cancelleria d’albergo e sul resto delle carte di imbarco.

gaiman_note

10. Quando Neil scrisse un libro su Douglas Adams, questi si assicurò di fargli sempre avere del tè. Quando la Campbell ha scritto un libro su Neil Gaiman, lui le twittava per chiederle cosa volesse per cena. Se vi capiterà mai qualcosa del genere, quello è il momento in cui suggerire la torta di mele.