Radar. Le migliori novità della settimana selezionate per voi

Speciale Il Grande Diabolik – Il tradimento di Bettina (Astorina). Nel corso dei suoi oltre 50 anni di vita, al di là del nucleo composto da Diabolik, Eva Kant, Ginko e, marginalmente, Altea, l’idea di personaggio ricorrente è stata quasi del tutto assente dalle pagine del Re del Terrore. Industriali, ricconi, gioiellieri, trafficanti, spacciatori, altri ladri, altri poliziotti, amici o nemici, tutti hanno vissuto nello spazio di un albo, per poi scomparire per sempre. A questa sorte è sfuggita almeno parzialmente Bettina, personaggio creato dalle sorelle Giussani per la storia Angoscia (maggio 1966) e riapparso poi in altri due albi negli anni successivi. Altra peculiarità di Bettina, in un mondo dallo status quo immutabile come quello di Diabolik, è quella di esser cresciuta nel tempo trascorso fra le sue varie apparizioni; la bambina di Angoscia è adesso una giovane donna, va al college, è forte e determinata, ma ancora una volta la sua vita si incrocerà con quella di Diabolik, mettendo in pericolo le persone che ama. Scrive Tito Faraci (su soggetto a sei mani Faraci-Gomboli-Altariva), disegna Emanuele Barison.

grande diabolik tradimento bettina

Nemo – Le rose di Berlino (Bao Publishing). Dopo Nemo – Cuore di ghiaccio, Alan Moore e Kevin O’Neill dedicano un secondo spin-off alla figlia del capitano del Nautilus, questa volta ambientato durante gli anni del nazismo in Germania. Nemo contro Hitler? Eh no, questo è il mondo della Lega degli straordinari gentlemen, dove si combatte contro il perfido Dottor Mabuse e il dittatore Adenoid Hynkel.

Aâma vol. 1 – L’odore della polvere calda (Bao Publishing). Un uomo si risveglia in mezza al nulla senza ricordarsi più nulla della propria vita. L’unico strumento che ha per ricostruire la propria storia è il suo diario, dal quale apprenderà le sue numerose (dis)avventure, culminate con la richiesta di suo fratello Conrad di accompagnarlo su un altro pianeta alla ricerca di una misteriosa sostanza chiamata aâma. Primo volume (di quattro) per questa serie dal sapore fantascientifico premiata ad Angoulême nel 2012. Scrive e disegna il bravo Frederik Peeters, autore svizzero già visto in Italia con alcuni lavori (pubblicati da Renoir, Kappa e Bao Publishing), fra cui spicca Pillole Blu (Kappa Edizioni), una delle più delicate storie mai scritte riguardanti amore e aids.

Tra due cuori – Alice, Charlotte & Renaud (The Box Edizioni). Tra due cuori è il primo graphic novel di Bastien Vivès. Scritto e disegnato nel 2007, è già pregno di tutti gli elementi riscontrabili nei i suoi lavori successivi: amori precari, relazioni complicate, i dolori e le confusioni della crescita, i rapporti fra i due sessi. Qua potete leggere le prime pagine grazie alla nostra anteprima.

Cani smarriti (Panini Comics). Anche qui, come nel caso di Bastien Vivés sopra, si tratta del graphic novel d’esordio di Lemire. E anche qui, proprio come per Vivés, si parla di un autore che sta conoscendo una grande presenza in Italia. Con questo, sono tre i suoi libri usciti in meno di un anno, a cui va aggiunto il suo lavoro per la DC (pubblicato su diversi albi RW-Lion) e la sua serie Vertigo Sweet Tooth (sempre per RW-Lion). Cani smarriti è la storia di un uomo forte, semplice e mite, costretto, dopo un incidente, a rinnegare la propria natura in cambio delle informazioni su dove si trovi sua moglie.

Old Boy vol. 5 (J-Pop). Quinto e ultimo volume per questo manga recentemente (ri)portato sul grande schermo da Spike Lee, dopo una prima versione realizzata nel 2003 dal regista coreano Park Chan-wook. Qui potete dare un’occhiata alla nostra anteprima.

Milan K. (Cosmo Editoriale). Cosmo raggruppA in un agile albo da edicola i tre tomi di questa serie francese ambientata tra gli intrighi della politica russa, a metà strada fra polar e action. Scrive Sam Timel, disegna Rouge Corentin. Qui potete farvi un’idea con la nostra anteprima.

Dall’estero:

seconds brian lee o malley

Seconds (Ballantine Books). Il nuovo libro –  336 pagine a colori – di Bryan Lee O’Malley, l’autore che con il suo Scott Pilgrim ha segnato il primo decennio degli anni 2000. Una donna scopre dei funghi magici che le permettono di ripetere e migliorare parti della sua vita passata – sì, l’influenza dei videogiochi rimane centrale nella produzione di O’Malley. Un successone annunciato, noi lo vedremo prossimamente pubblicato da Rizzoli Lizard.