Graphic Novel Avventure sull'isola deserta: Canicola porta in Italia il fumetto polacco

Avventure sull’isola deserta: Canicola porta in Italia il fumetto polacco

Esce per Canicola edizioni – in occasione del festival Internazionale di Ferrara (3-5 ottobre) – Avventure sull’isola deserta, il più recente fumetto di Maciej Sieńczyk, autore polacco finora inedito nel nostro paese.

AvventureIsolaDeserta

Sieńczyk è apprezzato illustratore di romanzi e libri di poesia, autore di strisce a fumetti e di graphic novel, e Avventure nell’isola deserta esce in contemporanea in Italia, Francia e Inghilterra, dopo aver riscosso notevole successo nel paese d’origine.

Il libro è valso nel 2013 a Sieńczyk la candidatura al prestigioso premio Nike, portando un fumetto a confrontarsi in un premio letterario, proprio da noi è successo a Gipi col suo Una storia al Premio Strega.

AvventureIsolaDeserta3

In Avventure sull’isola deserta l’aspetto letterario e autoriale è senza dubbio un elemento portante in un’opera in bilico tra storytelling e viaggio onirico. «Viaggiare e narrare sono piuttosto simili», afferma Sieńczyk. «In un viaggio si incontrano persone e conoscono nuovi luoghi, come succede leggendo un libro. Quando si è finito di leggere una storia – o quando la si mette da parte perché annoiati – si può mettere via il libro. Un viaggio, invece, coinvolge a livello più profondo; come alcune relazioni sono più complicate con certe persone che con altre. È per questo che racconto storie. Lo trovo più rassicurante».

Il suo è un libro di storie che si incrociano, di racconti che contengono altri racconti. Inizia con un uomo che si sveglia da un incubo e trova un quaderno, che legge, seguendo la storia di un personaggio che viaggia in nave, e finisce poi naufrago su un isola deserta. Tutto il percorso è segnato dall’osservazione delle azioni di chi circonda il protagonista e dall’ascolto di storie, con fare passivo, ma intenso.

«Il protagonista scappa dalla vita vera, dalle relazione, e sceglie di vivere nella finzione. Nelle storie, ci sono indizi che suggeriscono il fatto che in pratica non esce mai, e che le storie non solo altro che frutto della sua stessa immaginazione. Egli è anche il suo solo ascoltatore, e così si chiude il cerchio».

Nelle pagine di Avventure sull’isola deserta il testo scritto ha un ruolo primario, ma è specchio di una narrazione orale, anziché letteraria ed elevata. Si sente forte l’influenza della tradizione, e della passione per forme primordiali e tradizionali di narrazione. L’autore stesso rivela chiaramente che la letteratura è sua «principale influenza, compresi racconti e la tradizione popolare, non sofisticata, radicata nella cultura popolare più bassa dei villaggi».

Si sentono, poi, nelle sue pagine, echi chiari da uno dei più chiari casi di contaminazione tra letteratura e fumetto, Poema a fumetti di Dino Buzzati. Le tavole di Sieńczyk, con le loro astratte illustrazioni a pagina intera l’ampio testo che le accompagna ricordano le tavole di Buzzati. Eppure l’autore non si dichiara direttamente influenzata da Buzzati, ma ad ogni modo familiare col suo lavoro: «Non conosco bene il suo lavoro. In adolescenza, ho letto alcune sue storie brevi, e Poema a fumetti. Mi piace la semplicità del suo disegno, le ampie zone piatte con colori pastello e le atmosfere oniriche». A quel tipo di illustrazione dai toni surreali, Sieńczyk contrappone una forte attenzione verso il design di ispirazione sovietica, contraddistinto dall’utilitarismo e da una forte carica enfatica, come artista ne è naturalmente influenezato perché circondato per anni da quello stile.

«Colleziono cartelli di istruzioni e poster dell’epoca sovietica. Quando ero un ragazzo, gli ospedali, gli uffici e le scuole ne erano pieni, ed erano il principale mezzo di educazione. Li adoro! Ed è questa la “poetica” che influenza il mio lavoro». Il suo fumetto nasce quindi dalla tradizione, sia narrativa-orale che sociale-popolare, e la sua attività di illustratore è per lo più debitrice nei confronti di «vecchi libri illustrati per ragazzi, pubblicazioni popolari, spesso illustrate da artisti sconosciuti. Pubblicazioni mediche e manuali. Non ho molta confidenza col fumetto», ammette quando gli chiediamo della scena fumettistica in Polonia, «ma so che ci sono sempre più lettori di fumetti in Polonia, anche se è ancora una comunità piuttosto ristretta, poiché riguarda principalmente un pubblico giovane».

Di seguito le prime pagine del fumetto:

isola deserta fumetto polacco
AvventureIsolaDeserta5
avventure isola deserta fumetto polacco canicola
avventure isola deserta fumetto polacco canicola
avventure isola deserta fumetto polacco canicola
AvventureIsolaDeserta9
AvventureIsolaDeserta10
avventure isola deserta fumetto polacco canicola
avventure isola deserta fumetto polacco canicola
avventure isola deserta fumetto polacco canicola
avventure isola deserta fumetto polacco canicola
avventure isola deserta fumetto polacco canicola
avventure isola deserta fumetto polacco canicola
avventure isola deserta fumetto polacco canicola
AvventureIsolaDeserta17

All’interno del festival Internazionale di Ferrara, Maciej Sieńczyk sarà presente in mostra da Zuni dal 4 al 26 ottobre, e con un incontro con Goffredo Fofi il 3 ottobre alle 19:00 al Mercato Coperto (qui i dettagli).

Articolo precedenteI 5 fumetti del mese: settembre ’14
Articolo successivoLost in translation

Seguici sui social

55,834FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
19,712FollowerSegui

Ultimi articoli

I poster del cinema e della tv secondo Francesco Francavilla

Francavilla è un fumettista e illustratore italiano che risiede nel nordamerica. Realizza spesso illustrazioni ispirate al cinema e alle serie televisive.
skreemer fumetto

Sunday Page: Peter Milligan su “Skreemer”

Per la rubrica Sunday Page, questa settimana ospitiamo il fumettista Peter Milligan, che discute una tavola di "Skreemer" di Steve Dillon e Brett Ewins.
rebibbia quarantine zerocalcare

L’episodio finale di “Rebibbia Quarantine”, la serie di Zerocalcare

Nel corso della puntata di Propaganda Live di questa settimana, Zerocalcare ha presentato il terzo episodio della serie animata "Rebibbia Quarantine".