Cosa aspettarsi da Tomorrowland, il nuovo film Disney con George Clooney

Dopo più di un anno di silenzio dal suo annuncio, finalmente ieri è stato diffuso il primo trailer americano di Tomorrowland, il nuovo film Disney Pictures con George Clooney nel ruolo di protagonista. La data di uscita prevista per la pellicola nei cinema statunitensi è il 22 maggio 2015.

Il film, un’avventura fantascientifica, è scritto e diretto da Brad Bird (Gli Incredibili, Ratatouille) e co-sceneggiato da Damon Lindelof (Lost, Prometheus).

La pellicola racconta la storia di Casey (Britt Robertson), una giovane ragazza della Florida che, mentre osserva le rampe di lancio di Cape Canaveral, trova una misteriosa spilla. Una volta raccolta, le si rivela Tomorrowland: un mondo non molto diverso dal nostro, ma migliore. La spilla la porta a conoscere Frank Walker (George Clooney), eremita e inventore fallito che stranamente è a conoscenza di Tomorrowland. Insieme i due incominceranno un’incredibile avventura futuristica alla scoperta del nuovo mondo.

Per Tomorrowland, gli autori hanno liberamente tratto ispirazione dall’omonima zona futurista di Disneyworld – il parco a tema voluto da Walt Disney – e da Harry Potter. «Quello che è magia per Hogwarts, è scienza per Tomorrowland. Sono mondi entrambi facili da trovare se sei un mago, e molto difficili se sei un Babbano.» Ha raccontato Lindelof al sito specializzato Entertainment Weekly. «Walt Disney non è un personaggio del nostro film, ma viene menzionato e in qualche modo coinvolto in questo misterioso posto chiamato Tomorrowland, dato che era un grande appassionato di viaggi nel futuro, razzi spaziali e città futuristiche.»

La misteriosa spilla, all’apparenza un vecchio cimelio, è in realtà un sofisticato congegno tecnologico «che, una volta toccato, grazie a un’illusione ti trasporta fisicamente in un altro mondo. E’ così che Casey scopre Tomorrowland per la prima volta. E’ una Babbana che accidentalmente attraversa il Binario 9 ¾ e vede cose che non avrebbe dovuto vedere.» Casey è incredula alla vista del nuovo mondo. «È un po’ come risvegliarsi da un sogno e pensare per un attimo che sia vero», aggiunge Bird.

GeorgeClooney

La spilla la porta ad una vecchia fattoria, dove incontra Frank Walker, il personaggio interpretato da George Clooney, che vive isolato «come un eremita che si è ritirato dopo che qualcosa gli è andato storto.» Una volta era un genio, una promessa, ma ora è un anziano inacidito perché «l’età ti può rendere più cinico, più intrattabile. Un evento ti può cambiare». Toccherà a Casey, durante il viaggio che gli aspetta, scavare nella sua anima per ritrovare il suo lato ottimista.

Durante l’avventura Casey incontrerà altri personaggi, a partire dalla sua «amabile famiglia di Cape Canaveral, in Florida» composta dai genitori interpretati da Judy Greer e Tim McGraw, e da Pierce Ganon nei panni del fratello minore. Un ruolo importante sarà quello dell’eccentrica coppia formata da Ursula e Hugo Gernsbach (Kathryn Hahn e Keegan-Michael Key), «proprietari del negozio d’antichità Blast From The Past, a conoscenza di informazioni importantissime sulla spilla e le sue origini.» Hugh Laurie, invece, interpreta David Nix, scienziato rivale di Frank Waller e cattivo di turno del film. «La persona più intelligente in un film pieno di persone incredibilmente intelligenti. Che con Frank condivide un passato affascinane e complicato.»

La storia mostra un ottimismo inusuale per essere un racconto sci-fi dei giorni nostri. Sembra esserci una buona dose di nostalgia in Tomorrowland, un sentimento che riporta più ai racconti futuristici degli anni Settanta che a quelli moderni. «Sono un fan di Bradbury, Heinlein, Sagan e quel genere di grandi scrittori.» spiega Lindelof. «Penso che Cronache marziane faccia parte di un’epoca passata, ma che il miglior sci-fi sia anche quello classico, che rimane intramontabile e potente oggi come quando fu scritto».

BrittRobertson

Un’altra grossa influenza, che ha gettato le basi per il film, è Incontri ravvicinati del terzo tipo: «un esempio di quello che i film moderni non sono in grado di fare. Cioè di raccontare una storia che non abbia un cattivo che cerca di far esplodere il pianeta. O robot giganti che combattono. O un sacco di karate.» Un film di fantascienza diverso da quelli che siamo abituati a vedere, qualcosa senza «un copione scontato, ma una semplice scoperta. Un puro dubbio, un ‘cosa succederebbe se’». Un film all’insegna dell’immaginario.