News Curiosità Roy Lichtenstein e i fumettisti "derubati"

Roy Lichtenstein e i fumettisti “derubati”

Pochi giorni fa, BoingBoing ha pubblicato una pagina a fumetti realizzata da Russ Heath – autore molto attivo negli anni Cinquanta e Sessanta nella produzione di fumetti di guerra – che illustra il rapporto dell’autore stesso con una celebre opera di Roy Lichtenstein ispirata – o meglio, copiata – da una di Heath.

Le opere di pop art di Lichtenstein attingevano direttamente dal fumetto, creando giganti copie dipinte a olio di vignette di vari autori dell’epoca, tra cui anche Kirby e Joe Kubert, con un discutibile metodo che ha fruttato fama e ricchezza, senza riconoscere diritti, credito o compenso alcuno agli autori delle vignette originali.

Lichtensteinboing

Heath, nella sua pagina – colorata e letterata da Darwyn Cooke – offre il raro punto di vista sulla questione, dalla prospettiva di un autore “saccheggiato” più volte dalla pop art di Lichtenstein, con le opere Bratatat, Blam, e Whaam!, quest’ultima protagonista della pagina di Heath su BoingBoing e ispirata a due vignette di All-American Men of War #89 della DC Comics. In Hero in Action – Bottle of Wine, Heath racconta di quando il Museo di Arte Moderna di New York lo ha invitato all’esposizione del quadro (regolarmente esposto alla Tate Modern di Londra); nonostante a lui non abbia fruttato niente, contro i quattro milioni di dollari che ha reso a Lichtenstein. Heath racconta poi come autori anziani godano, invece, dell’aiuto della Hero Initiative, una associazione no profit che sostiene i fumettisti professionisti in difficoltà economica, e a supporto della quale Heath ha disegnato la striscia.

Qui la pagina completa di Russ Heath.

Seguici sui social

53,754FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
19,128FollowerSegui

Ultimi articoli

Le copertine di Manuele Fior per i romanzi di Giorgio Scerbanenco

La nave di Teseo sta riproponendo in libreria i romanzi di Giorgio Scerbanenco in una nuova edizione arricchita da copertine di Manuele Fior.

Sunday Page: Fabio Visintin su Corto Maltese

Per la rubrica Sunday Page, questa settimana ospitiamo il fumettista Fabio Visintin, che discute una tavola di Corto Maltese.

Toshio Saeki: tradizione e perversione [NSFW]

Toshio Saeki è stato un artista giapponese che ha creato lavori contraddistinti da un erotismo estremamente perverso e deviato.