Archie compie 75 anni e ringiovanisce, col rilancio di Mark Waid e Fiona Staples

L’eterno adolescente americano Archie e tutto il suo “universo” di amici di Riverdale nel 2015 stanno per compiere 75 anni di vita editoriale. Per celebrare la ricorrenza, ma soprattutto per dare una scossa a una serie estremamente tradizionalista, nel 2015 sono previste diverse iniziative.

archielogo
I cambiamenti per il mondo di Archie sono iniziati cinque anni fa, dopo la morte di John L. Goldwater, uno dei co-fondatori della casa editrice Archi Comics. Il figlio, a cui Goldwater passò la direzione, non nascose di voler cambiare direzione, sulla base di un giudizio piuttosto duro: «trovavo Archie stantio, irrilevante, e annacquato».
Dopo l’introduzione dei titoli Life with Archie – sulla sua vita da adulto, culminato con la morte – e l’horror Afterlife with Archie, Goldwater è passato a piani più ambiziosi.

Le novità maggiori, però, dicevamo, sono in arrivo nel 2015. Come raccontato in un articolo sulle serie televisive previste per il prossimo anno, anche Archie ne avrà una sua, intitolata Riverdale. Sarà prodotto da Greg Berlanti, già al lavoro in passato su diverse commedie televisive di successo, tra cui Dawson’s Creek, Everwood, Brothers & Sisters, e più di recente, Arrow.

archieStaples
Archie e i suoi amici, interpretati da Fiona Staples

Per quanto riguarda i fumetti, invece, i nomi che saranno coinvolti in futuro ci ne sono molti di spicco. Si parla già della sceneggiatrice Lena Dunham – la giovane creatrice della serie tv Girl – per una miniserie, metre come team creativo regolare sulla serie Archie, Fiona Staples e Mark Waid.

Non bastasse, si parla già di film e serie animate, con l’intenzione di (ri)creare un immaginario complesso e strutturato su più media, come stanno facendo Marvel e DC.