I 5 fumetti del mese: dicembre ’14

Dopo l’abbuffata di uscite fumettistiche di novembre – in occasione di Lucca Comics – dicembre non è stato comunque un mese privo di uscite e novità interessanti. Noi, ripresi dalle feste, non potevamo mancare di segnalare i 5 titoli immancabili sui vostri scaffali, tra le proposte del mese appena trascorso.

Ce n’è per ogni gusto e palato in questa piccola selezione… e perdonate il riferimento alimentare, dopo le mangiate festive. Tra classici, recuperi e novità d’autore, chiudiamo così un 2014 fumettistico ricco di uscite e proposte, rimandandovi a tutte le Top5 dell’anno.

Funziona una volta sola, di Paul Pope (Bao Publishing)

fusv0

Un volume di oltre 300 pagine che raccoglie le prime storie di Paul Pope (Batman Anno 100, Battling Boy) pubblicate negli anni Novanta dagli editori. Si va dal racconto lungo che da il titolo al libro alle storie brevi per l’antologia Negative Burn, finendo con le storie realizzate per l’editore giapponese Kondasha. Una raccolta essenziale per scoprire da dove arriva la bravura e il successo di Pope. Qui un’anteprima e qui la recensione.

Asterix e Cleopatra, di Goscinny e Uderzo (Corriere della Sera)

asterix gazzetta corriere

Mai come negli ultimi due anni, forse, l’edicola italiana è stata inondata dal fumetto franco-belga, grazie alla Cosmo, che ha proposto opere importanti come Juan Solo di Alejandro Jodorowky e I naufraghi del tempo di Jean-Claude Forest in vari formati – su tutti quello bonelliano – e al gruppo editoriale RCS, che ha allegato ai propri quotidiani – La Gazzetta dello SportIl Corriere della Sera – alcuni fondamentali titoli classici. E il 2014 si è chiuso con la proposta in extremis del primo albo di una nuova collana dedicata ad Asterix, il campione indiscusso di vendite in Europa.

Si è deciso di partire da Asterix e Cleopatra del 1963, anziché dalla prima storia in ordine cronologico – che comunque verrà recuperata in seguito – perché, in fin dei conti, è la prima a mostrare il pieno potenziale narrativo e umoristico della serie, dopo i primi album di rodaggio. E sembra davvero che la serie non abbia ancora perso brillantezza, pur con i tanti anni sulle spalle. Qui il piano editoriale completo.

Kiseiju – L’ospite indesiderato, di Hitoshi Iwaaki (Goen)

kiseijuIwaaki

L’opera che negli anni Novanta permise a Hitoshi Iwaaki di affermarsi nel panorama seinen manga è una claustrofobica storia di convivenza tra un parassita alieno e un giovane giapponese. Quando una specie aliena cerca di invadere la Terra, l’esemplare della specie che punta a legarsi in simbiosi con un Shin’ichi, un normale ragazzo di Tokyo, non riesce a entrare dentro di lui perché il passaggio dalle orecchio gli è ostruito dalle auricolari. Una volta scoperto, l’invasore si impossessa di un braccio, e inizia così una scomoda e consapevole convivenza.

Questo legame insolito è spunto per dipingere situazioni di disagio e alienazione di ogni tipo, non solo fantasiose, tra razze aliene, ma soprattutto urbane e sociali, accentuate dal tratto freddo e asciutto di Iwaaki, ricco di soluzioni grafiche interessanti. Uno dei manga più interessanti degli anni Novanta, che ha di recente ispirato anche un live action movie in due parti.

Gli amatori, di Brecht Evens (Bao Publishing)

amatoriEvens

Gli Amatori è il secondo graphic novel del fumettista fiammingo Brecht Evens, la sua prima opera pubblicata in Italia. L’autore è una delle rivelazioni europee degli ultimi anni, già nel 2011 ospite del festival bolognese BilBOlBul. Gli Amatori è un intenso e raffinato racconto che ruota attorno alla figura di un artista mediocre e insoddisfatto, metafora di un disagio condiviso da molti. Evens intinge i suoi pennelli nella tradizione artistica della sua terra, per elaborare uno stile ricco di colori e soluzioni grafiche suggestive ed eleganti. Del libro ci aveva già parlato nel suo Scaffale Sara Pavan, l’autrice italiana che si è occupata del lettering del volume, realizzato a mano.

Blake e Mortimer – Il bastone di Plutarco, di Yves Sente e André Juillard (Alessandro Editore)

BlakeMortimer25

È la 17esima avventura del classico dei classici della bédé creato da Edgar P. Jacobs e arriva in libreria un anno dopo la pubblicazione de L’Onda Septimus. Ambientata nel 1944 fra Londra e Gibilterra, vede Blake e Mortimer visitare il Cabinet War Rooms, bunker londinese dal quale Churchill dirigeva le operazioni durante la Seconda Guerra Mondiale e dove venivano prese le decisioni fondamentali per l’esito della guerra. In questa storia di spionaggio, scritta da Yves Sente e disegnata da André Juillard, torna l’arcinemico Orlik.

Il titolo si riferisce alla scitala, “bastone”, cioè un messaggio cifrato e segreto che permetteva, in caso fosse intercettato dal nemico, di mantenere segreto il contenuto e nello stesso tempo di verificarne l’autenticità da parte del ricevente. Come testimonia Plutarco, con il termine scitala si intendeva sia la pergamena con il messaggio che la bacchetta che veniva utilizzata per la sua scrittura e decifrazione.